Make up. Voglio labbra irresistibili

È finito il tempo delle timidezze, di “un velo di gloss e via”. Con il nuovo guardaroba arriva il momento di sperimentare un make-up perfetto, curato nei minimi dettagli.
E la bocca (finalmente!) riacquista il ruolo di protagonista che merita.«Poiché gli occhi sono lo specchio dell’anima, perché non ammettere che la bocca è l’interprete del cuore?» diceva Mademoiselle. Come non darle torto?
Labbra impeccabilmente truccate non sono più impegnative, anche per le neofite del rossetto. Rouge Coco è la nuova star delle nostre trousse!
Basta una sola passata per colorare le labbra e idratarle alla perfezione, grazie a una associazione inedita di oli e fitoceramidi; e mentre scivola, il rossetto lascia un sentore di bouquet di rose, lampone e vaniglia.
Peter Philips, il direttore creativo internazionale del maquillage di Chanel, ha rivisitato questo oggetto del desiderio, creando Rouge Coco, il prêt-à-porter del rossetto. «Mi piace l’idea che le donne della generazione gloss, che non amano molto il classico lipstick, grazie a Rouge Coco possano riconciliarsi con questo gesto molto femminile» dice Philips.
Il lussuoso astuccio di metallo nero con anello dorato emana un’ allure parigina, da godere ogni volta che si esplora la borsa alla ricerca del proprio rossetto.
Per soddisfare ogni gusto, Rouge Coco è declinato in 35 nuance, i cui nomi raccontano la storia della Maison, come Camelia, il fiore preferito di Mademoiselle, Rue Cambon,la via che al numero 31 ospita la sede storica della maison, o Venise, una delle sue città preferite.
La Musa è Vanessa Paradis, la stessa che nel 1992 interpretava il profumo Coco: ve la ricordate fare l’acrobata chiusa in una gabbia dorata come un uccellino? Ora fischietta davanti allo specchio sulle note di “What a day for a day dream”, mettendosi il rossetto con disinvoltura.
Vanessa Paradis è anche il nuovo volto della campagna pubblicitaria della linea di borse in metelassé, il trionfo della raffinatezza parisiénne.

di Maria Rosaria Re


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *