Ermenegildo Zegna. 100 anni di eleganza

Lo stile, si sa, è un eterno compromesso, un concetto inesprimibile se non con l’immagine di un’altalena dal moto perpetuo che oscilla inarrestabile tra tradizione e innovazione.

Vecchio e nuovo: due polarità antitetiche ma complementari che solo i più grandi riescono a fondere nel sìnolo di aristotelica memoria, perfetto e inscindibile.

E’ il caso di Ermenegildo Zegna, il marchio nato a Trivero, in provincia di Biella, nel 1910, che questo mese ha festeggiato il suo centenario.

Nata “Lanificio Zegna”, con una chiara vocazione per i filati di qualità, l’azienda è rapidamente cresciuta, tanto da poter contare, nel 2010, più di 500 punti vendita sparsi nei cinque continenti, per un totale di oltre 7000 dipendenti.

In occasione del primo secolo di attività, il marchio Zegna ha creato una serie di accessori di lusso in edizione limitata: un orologio con cassa in oro rosa e cinturino in coccodrillo, concepito con l’apporto tecnico di Girard-Perregaux, una splendida penna stilografica (100 esemplari numerati) dal cappuccio placcato in oro rosa e dei gemelli nati dalla collaborazione con Tateossian London.

Anna Zegna, nipote del fondatore, ha curato inoltre la pubblicazione del volume “Ermenegildo Zegna – Cento anni di tessuti, innovazione, qualità e stile” (ed. Skira), che racconta la storia della maison in quattrocento pagine impreziosite da immagini di fotografi d’eccellenza quali Peggy Sirota e Mario Testino.

A giugno, poi, il volume presterà il titolo ad una retrospettiva ospitata dalla Triennale di Milano, che celebrerà il centenario del marchio in grande stile.

di Giovanni Di Felice


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *