Fashion film: la bellezza è digitale

Quello tra moda e fotografia sembrava un sodalizio immortale, destinato a conservarsi inossidabile nel corso dei secoli.
Ma da qualche tempo a questa parte la crisi è giunta anche per questo matrimonio apparentemente perfetto.

Nell’era della “Digital Beauty”, sovrana esigente che mal sopporta la staticità unidimensionale della fotografia, il tradizionale servizio fotografico viene insidiato da un istituto decisamente più dinamico: il cortometraggio.

Tempi duri, dunque, per il photo shooting, che forse a breve potremmo definire superato. Un numero sempre crescente di stilisti, infatti, è pronto al cambiamento: i fashion video campeggiano ormai negli nelle sfilate e negli adverts più recenti delle principali case di moda.

Un esercito ogni giorno più agguerrito di blogger d’avanguardia, poi, si batte per imprimere al sistema la grande svolta.

Dal 25 al 30 maggio Milano ha ospitato la prima rassegna internazionale di fashion film, curata dalla giornalista Diane Pernet, autrice del blog “A shaded view on fashion

Realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del comune di Milano e Vogue Italia, l’evento ha presentato cortometraggi di fotografi e film maker dedicati al tema della luce.

Alcuni di questi fashion film, tra i quali J’ai Faim! di Miho Kinomura e William Richard Green di Zaiba Jabbar, concorrono per gli Awards che avranno luogo l’8 ottobre, a Parigi, presso il Centre Pompidou.

Tra le proposte più interessanti spicca il video realizzato da Lancia per Lancia TrendVisions, “un social network e un web magazine user-generated” promosso dalla casa automobilistica allo scopo di “dare visibilità e voce a giovani creativi che anticipano nuove tendenze”.

Diretto da Angelo Teardo, talentuoso video maker sperimentale, il video è frutto della collaborazione con un duo di stilisti emergenti, i Leitmotiv.

I giovani designer hanno infuso nelle immagini la qualità surreale e le reminiscenze klimtiane che permeano le loro collezioni, recentemente apprezzate dalla giuria di Who’s on next, concorso di fashion scouting organizzato da Vogue Italia e AltaRoma.

di Giovanni Di Felice


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *