Pitti Uomo: Lottusse, 130 anni di artigianato

Farà il suo debutto a Firenze, in occasione della 78° edizione di Pitti Uomo (15-18 giugno), l’esposizione che per due volte all’anno accoglie nel capoluogo toscano le ultime novità a livello internazionale in fatto di moda maschile, la collezione primavera-estate 2011 di Lottusse.

Nato su iniziativa del Maestro calzolaio Antonio Fluxà nella splendida cornice di Palma di Maiorca, Lottusse è un prestigioso marchio di calzature artigianali da uomo, e oggi anche da donna, operante dal lontano 1877.

A trasformare il calzaturificio in vera e propria azienda fu, nel 1927, il figlio del fondatore, Lorenzo, che sul finire degli anni ’40 aveva ormai assicurato al brand un consistente settore del mercato europeo e americano.

Con Antonio Fluxà alle redini a partire dal 1957, il brand conosce un’ulteriore, decisiva espansione. Al 1969 risale la prima linea di abbigliamento e accessori in pelle firmati Lottusse.

Oggi il marchio sotto la guida di Juan Antonio, quarta generazione della famiglia Fluxà, può contare 13 monomarca in Spagna e 19 in Cina, oltre a 150 negozi multimarca sparsi in Europa e alla fitta rete distributiva globale che consta di 750 punti vendita di prestigio.

Per la primavera-estate 2011 Lottusse proporrà una collezione dal sapore tutto mediterraneo e pervasa allo stesso tempo da un fremito retro: sono ispirate alle atmosfere dei circoli culturali degli anni ’70 le calzature che verranno presentate in anteprima nel corso dell’imminente edizione di Pitti Uomo.

I colori dominanti sono caldi e terrigni (marrone, ocra e beige) per i modelli più tradizionali, luminosi e traboccanti una vitalità spensierata per quelli più casual.
Il rosso e l’arancio colorano tessuti come la rafia o il suede, impreziositi da inserti neri di gusto etno-chic.

Le creazioni di punta della collezione sono realizzate con suole ultra-leggere e pellami morbidi e pregiati, quali vitello, nappa e nabuk.

Imperdibili le francesine interamente traforate e le stringate con tomaia ocra in suede intrecciato, perfettamente evocative della tendenza dominante nei seventies.

di Giovanni Di Felice


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *