LE “PEZZE” DI POSITANO

Non si può non essere pervasi da una sensazione di felicità e buon umore quando si arriva a Positano. Il sole, il mare e i profumi della costiera amalfitana non deludono mai e neanche…i vestiti!

Chi di noi non ha nell’armadio un abito o un camicione di fresco cotone in perfetto stile Positano?

Le “pezze” mettono allegria al solo indossarle con la loro leggerezza e praticità.

La tradizione di produrre stoffe è davvero molto antica: la lavorazione della seta e della canapa trova le sue prime tracce addirittura nel XVI secolo.

La moda vera e propria esplose negli anni ’50 e ’60 ma, nonostante gli immediati consensi, alcuni arricciarono il naso davanti ai tessuti utilizzati per la lavorazione degli abiti, definendole appunto “pezze” o “stracci” da cui il nome “Pezze di Positano”.

È estremamente divertente arrampicarsi per le strette stradine e curiosare tra la merce.

Dato l’enorme afflusso di turisti, la maggior parte dei quali arriva dal Nord Europa, molti negozi hanno abbandonato le antiche tradizioni e si sono specializzati nelle grandi firme, da Fendi a Prada a Valentino.

Altri ancora hanno saputo mescolare il made in Italy di marchi come Lacoste, Miss Bikini e Pin-up con l’artigianato locale.

Ma tutto questo non ha nulla a che vedere con gli abiti che contraddistinguono la moda locale.

Appena si arriva si rimane abbagliati dai colori sgargianti delle stoffe, con i modelli rigorosamente appesi fuori dai negozi su stand di legno e manichini improvvisati.

Camicie, abiti, parei, sciarpe e borse di tela invadono ogni angolo della pittoresca località insieme ai cloratissimi fiori delle rampicanti che ornano le pareti.

Ci si può imbattere in gonne lunghe e leggere impreziosite da inserti di merletto, perfette per una calda serata estiva, magari abbinate ad un corpetto arricciato in vita che lascia scoperto l’ombelico, rigorosamente abbronzatissimo!

Gli abiti si offrono al cliente nella loro infinita varietà: dal copricostume all’abito da sera, dal corpetto avvitato e scollato allo scivolato adatto a tutte le forme.

I bikini lavorati all’uncinetto sono una vera delizia, anche se, date le loro dimensioni davvero “micro”, non tutti i fisici potrebbero permetterseli.

Per i bambini invece non mancano le graziosissime camiciole o i mini-bikini di pizzo san gallo.

Un vero e proprio turbinio cui ogni donna non può sottrarsi.

Unica pecca è che la produzione dai suoi esordi ad oggi non è poi così cambiata…ma i negozi sono sempre pieni! Ci invidiano in tutto il mondo questo luogo di culto della moda estiva che sembra voler esprimere in ogni suo elemento la gioia di vivere.

Un importante fattore è dato, infatti, proprio dal di turismo: una clientela internazionale e in continuo ricambio è assicurata da maggio ad ottobre.

Le “pezze” poi attirano clienti di tutte le età: le giovani donne non perdono l’occasione per includere nel loro guardaroba un capo unico nel suo genere ma allo stesso tempo pratico e per tutte le occasioni; le signore un po’ più agée saranno invece ben contente di poter nascondere il loro chilo di troppo in maniera così divertente.

Ma la moda di Positano non è solo vestiti.

Bravissimi artigiani confezionano ogni tipo di calzatura. Sandali con zeppe altissime, infradito ultrapiatte e mocassini in morbida pelle. Basta scegliere colore e modello e qualsiasi tipo di ornamento sia a te gradito (sui sandali ci si può sbizzarrire con pietre e perline) e il gioco è fatto!

I prezzi variano moltissimo ma nella maggior parte dei casi si sanno adattare a tutte le tasche; basta saper cercare e riconoscere un buon prodotto di qualità.

Insomma se non vi bastano mare, sole, cordialità e ottimo cibo, Positano offre a tutte le fashion victims la possibilità di passare uno strepitoso weekend con annessa seduta di shopping sfrenato!!!

Marta Mancuso


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *