Leggins mania!

In principio fu Flashdance…ma è dal 2005 ad oggi che i leggins si sono imposti senza alcun accenno di cedimento!! Il loro luogo di elezione sono stati, prima di tutto, i marciapiedi di Sunset Buoulevard; nelle riviste di sprecano le foto di star e starlette in libera uscita con indosso i panta-collant e poco altro.

C’è chi come Lindsay Lohan, le sorelle Hilton e le gemelle Holsen ne ha fatto una vera e propria divisa; neanche le più agguerrite fashion addict, come Victoria Beckam, hanno saputo resistervi. Come coniugare meglio sensualità e comodità? Già, perché i leggins hanno quel fascino casual-chic, che ti rende sportiva, ma senza rinunciare al tuo lato sexy. E dunque, non c’è che dire: è leggins mania.


Ma come mai questo capo, che oramai si è imposto nel nostro guardaroba da diversi anni, non mostra alcun segno di cedimento? Presto detto: il leggins, o fuseaux, è comodo, economico e adatto ad ogni occasione. Tutti possono permettersi di entrare da Zara, H&M e acquistarne un paio. Anche le catene in franchising di intimo, come Calzedonia e Tezenis, si sono oramai specializzate, proponendone diversi modelli e fantasie.

Ci sono poi le nuove proposte come Eleonora Carisi, blogger e designer torinese che ha creato il suo marchio What’s Inside You, facendo dei leggins uno dei suoi pezzi forti, decorati da stampe accattivanti o da dettagli moda. Oramai si possono trovare di diversi tessuti (latex, denim, pelle) e fantasie (metalizzati, paillettati, tye-dye) che li hanno resi un vero e proprio must-have adatto a tutte le stagioni.

Con i leggins non si sbaglia mai: abbinati ad un mini dress per l’ufficio, o ad una maxi t-shirt per il tempo libero. È però obbligatorio adottare qualche piccolo accorgimento perché….i leggins non perdonano! Su Facebook ha per molto tempo campeggiato la frase “Leggins are no pants, so cover your ass!”. Senza essere così drastici, è però buona norma abbinarli a t-shirt, pull o felpe oversize che non lascino troppo scoperto il sedere. Per chi dunque non ha esattamente il phisique du role è meglio evitare i colori chiari o le fantasie troppo cangianti, che non snelliscono la figura, e scegliere sempre lunghezze che arrivino fino alle caviglie, senza tagliare a metà il polpaccio. Per un look da giorno si possono combinare con un soffice pull in lana, ballerine o stivali; per la sera sono perfetti i leggins in pelle, o che abbiano comunque un effetto “scintillante”, con un blazer nero e tacchi altissimi.

Neanche i più grandi stilisti ne possono più fare a meno: Just Cavalli e Vivianne Westwood li propongono coloratissimi per un vero stile anni ’80, mentre Blumarine ne fa un capo indispensabile per una serata mondana. Voce fuori dal coro è “Re” Giorgio Armani che, per la nuova collezione P/E 2011 li ha sostituiti con una sottana, di chiffon arricciato, da abbinare a gonne, pantaloni a palloncino e mini-abiti. Ma non preoccupatevi, sono sicura che rimarranno sulla cresta dell’onda ancora per un bel po’!!

Marta Mancuso


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *