Les tentations de Chanel: un Natale sensuale.

Arriva dicembre e, come ogni anno, le strade si riempiono di luci, la città come d’incanto  si accende, e  le vetrine invitano più che mai i passanti a mettere mano al portafogli. Sembra incredibile  eppure ogni 12 mesi, il rito si ripete con sacra puntualità. Si corre freneticamente tutto il giorno, non si ha il tempo neppure di mangiare, si dimentica perfino il compleanno di colui che ci dorme accanto, ma il Natale si impone fermo nella memoria e nella vita di tutti. E, ancora più strano, in questo “eterno ritorno”, l’ Happy Christmas pare ripresentarsi sempre identico a se stesso, come se ogni minima variazione rappresentasse un tradimento alla sola festività  ancora sentita.

Bontà, tradizione, famiglia: la triade natalizia per eccellenza. Dal mondo del maquillage, però, si alza un grido di rifiuto, una voglia di avanguardia. Ed è la maison più celebre di tutte a dargli voce, grazie al genio di Peter Philips. Piacere, desiderio, follia: questa è la combinazione del Noël firmato Chanel. Coraggiosa  e iperfemminile infatti, la collezione proposta, rinnega i classici colori della stagione, e osa giocare con tonalità del tutto inadatte, secondo il senso comune, all’inverno. Un fantasioso fucsia spodesta il rosso, dalla notte dei tempi sul podio delle nuance festive, per affermarsi come nuovo filo conduttore dell’insieme. Accanto ad esso, un altro comun denominatore: l’oro. Tutto il volto, infatti, si veste di un caldo e avvolgente sostrato di pigmenti brillanti, che regalano all’incarnato una luce insolita.

Per gli occhi c’è una new entry; si tratta di Ombre d’eau, un ombretto liquido, bronzo madreperlato, perfetto come base per coprire la palpebra. Andranno a valorizzare lo sguardo, gli immancabili quattro elementi della palette Les 4 ombres, che oscillano tra il marrone ramato, il rosa fresco ed il beige, quest’ultimo particolarmente  adatto a creare sfumature. È sulle guance però,  che i protagonisti  della scena, con molta eleganza, fanno il loro ingresso. Il fucsia sofisticato di Philips si accende d’ oro nella  trama tweed de Les tissages, talmente adorabile, che è quasi un peccato sciuparla. Le labbra saranno morbide  e delicate per chi sceglierà i Rouge Coco, nelle due versioni rame dorato e rosa tenue; per le donne che invece non sapranno resistere  ai Lèvres scintillantes, si prospettano feste  maliziose. Le tonalità sono le stesse dei rossetti, con l’aggiunta di una terza (Pink pulsion), ma i lucidi cospargendo la bocca di glitters superluminosi, conferiscono a chi li indossa, un carattere fintamente ingenuo, assolutamente irresistibile. E, se è vero che “in medio stat virtus”, l’alternativa migliore è di usarli entrambi, sovrapponendoli, per esaltare al massimo la femminilità. Ciliegina sulla torta è (d’obbligo ormai!) Le vernis,  divenuto la firma della linea beauty francese. Il must have da mettere sotto l’albero quest’anno si chiama Pulsion e,  manco a dirlo, sprigiona tutto il fascino della nuova nuance di punta. Unghie fucsia: ecco il fashion-dogma di questo Natale.

Scalfire un mostro sacro, dunque, si può. La ribellione, tuttavia,  come ogni protesta che si rispetti, è riservata a  poche: l’intera collezione è, infatti, in edizione limitata.

di Benedetta Di Marzio


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *