Calendario Altaroma 2011. Tutti gli eventi da non perdere.

Parte domani la la manifestazione AltaRomAltaModa si terrà dal 29 Gennaio al 1 Febbraio 2011 nel complesso monumentale S. Spirito in Sassia. Sfilate dei grandi nomi ma anche stilisti che non hanno mai calcato le passerelle romane e un focus sulla creatività ‘Made in’ “Who is on Next?”.

La seconda edizione di LIMITED / UNLIMITED, “Small Objects of Desire” e’ un progetto curatoriale che prende in esame l’oggetto come “unicum”, sia esso un capo, un gioiello, una scarpa, una borsa, o un cappello. Una mostra pensata come manifesto autentico di individualità stilistica ispirata sia dal passato che dal futuro. Ognuno dei 40 stilisti partecipa con una creazione rappresentativa. LIMITED/UNLIMITED è ospitata nel salone monumentale della Biblioteca Casanatense, che custodisce solo manoscritti rari. Creazioni contemporanee esposte in teche antiche avvolte dall’atmosfera di un luogo semioscuro e simbolico. E come riferimento di questa nuova corrente estetica, un focus dedicato all’haute couture italiana a cura di Sofia Gnoli Out of the Time. Guardaroba di signora. Protagoniste della mostra sono quelle signore che, attraverso il loro guardaroba, hanno trasformato lo stile italiano in un evergreen, lontano anni luce dalle volubilità della moda.
Dopo il successo del progetto A.I., Artigiani/Italiani, nato per dare un’immagine delle nuove realtà artigianali italiane e creare un archivio in continuo aggiornamento grazie anche ad un blog, Altaroma rende omaggio all’arte del ‘fatto a mano’ declinando l’eccellenza dell’alto artigianato con un magazine semestrale in italiano e inglese che copre a 360° tutte le arti e i mestieri che continuano a vivere mantenendo alto nel mondo il pregio del più autentico ‘Made in Italy’. Il numero zero sarà presentato durante la manifestazione.
Presenti i nomi consolidati delle Maison storiche: Sarli, Gattinoni, Curiel, Balestra e come di consueto in Gennaio la haute couture di Marella Ferrera ambasciatrice della Sicilia più colta e raffinata attraverso i suoi abiti. Dal Libano Abed Mahfouz e Tony Ward con la loro couture glamour e una new entry per le passerelle di Altaroma Jack Guisso. Camillo Bona presenterà la sua ultima collezione ma anche Rami al Ali il noto stilista di origini siriane insieme a Nino Lettieri, Giada Curti. Ritorna dall’Olanda Addy Van Den Krommenacker a calcare le catwalk di AltaRomAltaModa.
La continuità del progetto “Who is on Next?” il concorso ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia dedicato ai talenti sempre più richiesti dalla moda nazionale ed internazionale vedrà una selezione giovani designer. Il vincitore di quest’anno Erkan Coruh, la finalista Elisa Palomino e un brand lanciato da Altaroma i Leitmotiv che confermano Altaroma come sede ideale per la loro couture.
Guest designer di questa Fashion Week il brand (Es*) Artisanal by Fabrizio Talia giovane e talentuoso creativo che punta tutto sui metodi di altissimo artigianato. Una lezione di stile nel senso più stretto del termine, incurante delle leggi del marketing. Capi unici, made – to – measure e customizzati. Tecniche applicate che rendono impossibile produrre due capi identici. Una haute couture squisitamente tradizionale ma futurista. Una rivisitazione contemporanea della couture che si oppone alla globalizzazione, riappropriandosi della cultura e della tradizione, in sintesi, i valori dell’artigianalità e dell’unicità stessa delle sartorie romane.
In calendario i final work dell’Accademia di Costume e Moda, dell’ Accademia di Belle Arti – Frosinone La premiazione del concorso ‘Il guanto di Sfida’ indetto da Merola Gloves e destinato agli studenti dell’Accademia Koefia, dell’Accademia di Costume e Moda e dello IED Moda Lab di Roma per mettere in risalto la validità formativa delle istituzioni scolastiche e accademiche di settore, presenti sul territorio.
Per Ethical Fashion, il progetto nato dalla collaborazione tra Altaroma e ITC – International Trade Centre, agenzia dell’Onu e del WTO – la conferma dell’impegno per coinvolgere le aziende del settore moda italiane e internazionali. Ilaria Venturini Fendi torna con Carmina Campus all’appuntamento con Altaroma ospitando nel suo spazio RE(f)USE un esperto di innovazione e green management, Fabrice Leclerc. Tra le borse, gli accessori e i mobili Carmina Campus, tutti pezzi unici realizzati con materiali di riuso e di riciclo, verrà creato uno spazio di incontro all’interno del quale Leclerc esporrà le sue teorie sull’impellente necessità di un nuovo modello economico.
Un ulteriore viaggio nei templi dell’altissimo artigianato che Roma ospita, e pochi hanno la possibilità di vedere, sarà una Visita alla Scoperta dell’Atelier André Laug. Un momento esclusivamente dedicato alla stampa. André Laug Maison di alta moda nata nel 1968 ancora oggi realizza abiti esclusivamente sartoriali. Trasgressivo negli anni ’70 oggi lo è ancor di più perché sfida le leggi di mercato e conserva il know how di sempre.
Durante la fashion week la città si arricchirà di eventi, mostre, inaugurazioni di boutique, presentazioni di libri, prodotti di alta gamma e sfilate in location diverse e originali, ma anche party e cocktail. Brand quali Chantecler con la sua collezione di High Jewellery, D’Inzillo con le loro cinture gioiello artigianali, VBH con le sue borse sofisticate. Un cocktail charity organizzato da Delfina Delettrez e RomaForYou che mettendo insieme le loro professionalità presenteranno un gioiello creato ad hoc per ricavare fondi da destinare alla creazione di pozzi d’acqua per i bambini africani. Ma anche Workshop e presentazioni di libri, tra tutti Il Fenomeno dell’Italian Style – Gianni Versace: lo stilista Dal Cuore elegante di Tony di Corcia. Illustrato da Rita Airaghi il libro intitolato: Gianfranco Ferrè e
infine La Moda è un Romanzo. Stile ed Eleganza nei capolavori della Letteratura di Fabiana Giacomotti. Al Museo Boncompagni Ludovisi l’opening della mostra FERNANDA GATTINONI – MODA E STELLE AI TEMPI DELLA HOLLYWOOD SUL TEVERE un omaggio alla grande coutourière italiana e agli anni della dolce vita. Si rinnova la partnership tra Altaroma e Mercedes Benz Italia che darà vita anche ad un happenning dedicato ai giovani..
Ed infine, per chiudere una fashion week densa di contenuti ed eventi, una serata all’insegna dell’arte contemporanea: un progetto inedito e appositamente realizzato da Sylvio Giardina, in collaborazione con Stato di Famiglia, a cura di Emanuela Nobile Mino. CROCHET DE LUNÈVILLE: STUDIO IN FUGATO PER OTTO RICAMATRICI E TELAIO AMPLIFICATO presentano per la prima volta una performance-installazione.
Un calendario che rappresenta la volontà e l’impegno di Altaroma di proporsi sia come sede storica della haute couture sia come capitale contemporanea della ricerca e dei talenti. Declinazioni creative a dimostrare una costante evoluzione e una tenace ricerca di stile per la quale Alta Roma, fedele alla sua mission, promuove un calendario ricco di suggestioni a dimostrazione della sua incessante attenzione verso la contemporaneità artistica e la salvaguardia di tutte quelle competenze tecniche e artigianali che hanno reso celebre il ‘Made in Italy’ e l’Italia nel mondo.


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *