Dinamicità e riminiscenze ancestrali per l’inverno 2012 di Arnoldo ][ Battois

Un Femmineo deciso e per nulla ostentato quello che Arnoldo ][ Battois presentano per il prossimo inverno 2012.

Lavorazioni artigianali per architetture dinamiche, volumi in pregiati pellami opachi, colori che si estendono agli accessori in ottone rivestiti da lucidi smalti.

Tributo agli abiti plissettati, nel ricordo di Vionnet e Mariano Fortuny, danno vita a borse in soffice nappa gommata, intrecci di strutture flessibili rivestite da una membrana in camoscio opaco che definisce ne definisce i volumi. Evocazioni tribali di popoli primitivi nell’uso dei materiali, delle pelli e dei lavorati. Cura del dettaglio e innovazione sono le costanti delle borse dei due creativi, che uniscono un sapiente gusto estetico a soluzioni dinamiche che sottolineano la raffinatezza e la ricercatezza del made in italy.

Nella collezione trovano posto animali desertici, riferimenti architettonici veneziani come Lucertole, granchi e elefanti d’ottone che un tempo adornavano gli antichi portoni veneziani e che staccandosi da essi si trasformano di volta in volta in  particolari chiusure o inusuali attacchi per manici: sperimentali verniciature a caldo permettono loro di confondersi con la pelle come abili camaleonti.

Palette di colore legata alla primigenia immagine della terra, ai paesaggi nordici selvaggi e aridi, alla tundra con i suoi muschi dalle infinite sfumature, marrone, bordeaux, tubero e senape nei toni più scuri, con note minerali di ardesia, blu cobalto e rubino.

Una collezione estetizzante, complessa e pregiata.


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *