London fashion Week. The color inside

Per il prossimo autunno inverno 2011/2012 le passerelle londinesi propongono colore ed ancora colore. Una tendenza che sfila in molte collezioni e che viene interpretata dagli stilisti in such different ways.

Antonio Berardi, stilista di origine italiana con passaporto inglese, fa sfilare una donna femminile,la cui giornata è scandita fin dal mattino con capi dal forte impatto visivo.

Colori forti come il verde lime,il mela e l’arancio prendono piede insieme al bianco nei capi da giorno;giochi di tagli e asimmetrie nelle giacche e nei gown dresses che lasciano senza fiato, sottolineando soprattutto per la sera le forme femminili. Ed ancora abiti costruiti in bianco,nero e grigio per un’eleganza da amore a prima vista.

Christopher Kane, talento scozzese dal curriculum invidiabile (ha collaborato con Donatella Versace e Manolo Blahnik ), riesce a stupire con una collezione ispirata fatta di accostamenti impensabili.

Abiti sotto il ginocchio in crochet di lana con inserti di plastica “imbottita” di liquido colorato. Un equilibrio che si percepisce subito e che sottolinea il lavoro di ricerca dello stilista. Colori caldi con accenti di azzurro,giallo e rosso mentre per la sera paillettes dai colori fluo.

Anche sulla passerella di Aquascutum - icona del made in England celebre per i suoi capi in lana impermeabili – l’uso del colore diventa protagonista. Joanna Sykes, neo-direttrice artistica del marchio, mixa la tradizione dei trenchcoat e dei cappotti doppio petto con la modernità: peacoats color sabbia dai tagli ampi si aprono sopra camice e top nei toni arancio, blu, cipria e azzurro polvere.

Abiti tagliati e ricostruiti come capi spalla svolazzano sopra ankle boots e stivali. Una collezione ricca in dettagli che porterà brio e spensieratezza al prossimo inverno.

Antonio Frascadore


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *