Milano Fashion Week. Gucci, Richmond, Ferretti e Scognamiglio. Il punto sulla giornata di apertura

Pelliccia, metallizzato e colori di grande personalità. Questi i tre leitmotiv della prima giornata della Milano fashion Week che presenta le tendenze del prossimo Autunno-Inverno 2011/2012.

Partiamo con Gucci, che anche quest’anno inaugura la settimana della moda milanese, una delle sfilate più attese dell’intera fashion week.

Dettagli pelliccia continuamente richiamati negli outfit proposti da Frida Giannini, le proposte hanno nuance fortemente personali, femminili. Viola, verde nelle sue sfumature più glam, petrolio si mischiano a tinte più calde dal sapore orientale come l’arancio o il rosso. Abiti grintosi e ultra femminili che richiamano icone come Greta Garbo e uno stile che ostenta sicurezza e forte individualità.

guarda la sfilata

Richiami classici dal marchio,  rivisitati nei colori, si affiancano ai must della nuova stagione che gioca sulle sete impalpabili e leggere e le gonne sotto il ginocchio, per quella che la stessa Giannini definisce “un Dandysmo al femminile ”

Ancora una donna in pelliccia quella vestita da John Richmond, che alterna colori neutri, nudo e burro ai tabacchi e legni per poi passare ad richiamare trame rock nelle giacche nere di pelle e nei metalli delle borchie e catene e degli abiti cangianti. Una donna dura, forte e ostinata che non disdegna di apparire a volte classica e per bene nei tailleur dalle linee impeccabili. Nessun sobbalzo comunque.

Anche Alberta Ferretti, simbolo della donna romantica per eccellenza, della leggerezza delle sete e dei colori a cui ci aveva abituati, per la prossima stagione fredda ci fulmina con una palette di colori tutt’altro che scontata. Via il rosa, il cipria, via il ceruleo e spazio ai rossi, al viola, al turchese, al color zucca nelle loro magnifiche espressioni.

Un fiume metallizzato, tagli decisi per abiti e cappotti ricamati con particolari arabeschi, stivali in velluto colorato, lisci al ginocchio o estremamente ricamati rappresentano il motivo ricorrente della collezione invernale.

Infine, interessantissima la proposta femminile di Francesco Scognamiglio. Un trionfo di Ruches, nei minidress arricchiti da pizzi macramè con cristalli o negli abiti con scollo a croce, nelle spalle delle camicie e negli abiti con scollo a rombo frontale, nelle tonalità del ghiaccio, del rosso rubino e del nudo, in un richiamo retrò che sarà una delle tendenze più forti della prossima stagione.


Chiude la giornata l’evento The Vogue Talents Corner, il progetto di scouting e promozione nato dalla collaborazione tra Vogue Italia e thecorner.com per  sostenere la creatività dei talenti emergenti del panorama della moda internazionale attraverso l’e-commerce, che ha trovato approvazione anche nelle edizioni  americana, cinese, francese e inglese di Vogue oltre che il patrocinio del Comune di Milano, il sostegno di Swatch, di Altaroma, Mercedes-Benz Italia.

RT


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *