Colangelo, De Vincenzo, Navarra, Musso, Scogliamiglio. Le nuove leve della moda italiana in passerella

Milano Fashion Week AUTUNNO INVERNO 2011/12.

Di tutte le sfilate che abbiamo seguito per DModa abbiamo scelto di raccontarvi quelle che, secondo noi, rappresentano il futuro della moda italiana che, con diversi stili, progetti e visioni rivelano lo stile Made in Italy incombente.  Occhi puntati sulle passerelle milanesi di Gabriele Colangelo, Marco De Vincenzo, Gaetano Navarra, Roberto Musso, Francesco Scogliamiglio. Ecco cosa hanno proposto per l’inverno 2011/12.

Gabriele Colangelo


Interazioni materiche, di colore e forma, intesa come forma di materia e colore, sono alla base della nuova ricerca tessile della collezione Autunno Inverno 2011/12 Gabriele Colangelo. Ispirata all’arte polimaterica di Alberto Burri, la sperimentazione tessile di Colangelo riporta suggestioni tattili. Superfici ora lisce ora grumose, trame granulari, colori saturi e cangianti si mischiano in un continuum annunciato di intensa vitalità. Evidente il tridimensionalismo e le fessurazioni burriane, dove i materiali si lacerano e si ricompongono in combinazioni originali e contemporaneamente decorative:  fili del feltro secco e piatto, broccato a rilievo e frange lurex, ricerca e cultura della qualità, materiali innovativi che traducono la sperimentazione artistica in tessuti singolari ed esclusivi. I colori sono quelli della terra, dal grigio delle pietre laviche al rosso del magma, fino alla terracotta. Anche per Colangelo elementi in pelliccia, astrakan, leggerissima, lavorata a laser sul panno di lana, ricomposta in un vello continuo smerlato, oppure in mosaico bicolore, miste a suede, nella sua versione in alpaca. Gli Accessori le pumps, essenziali, in vitello spazzolato, sono disegnate e prodotte da Cesare Paciotti, le borse in pelliccia e tessuto sono realizzate da Borbonese su disegno Gabriele Colangelo.

Marco De Vincenzo


Trionfo di pelliccia anche per De Vincenzo. Il giovane designer messinese presenta una sapiente collezione di sartoria, elegante e misurata, che cede allo sguardo impertinente e ironico di occhietti enigmatici realizzati per De Vincenzo da Delfina Delettrez. Ottimi i tessuti, disegni a stampe che rendono in maniera moderna l’essenza di un materiale così opulento e primitivo. Schizzi neri su lana melange color gesso, tessuto montone e dettagli in visone black-cross, Kidassia ed ermellino,  che danno vita a capi evocanti il dorso di animali selvatici surreali, in un gioco di vero-falso che inganna l’occhio di chi guarda.

Le Linee pulite e le silhouette fasciate si alternano ai volumi over delle pellicce. Colori basici  come il bianco, il nero e i grigi nelle varie tonalità sono il motivo ricorrente della collezione, mentre le t-shirt e le camicette in seta hanno colori accesi, quasi shocking che, come lampi improvvisi, irrompono sulla creazione con la forza intensa delle gradazioni al neon.

Francesco Scognamiglio


Pink Obsession per la collezione autunno inverno di Francesco Scognamiglio.

Richiamo agli anni 30 nei volumi, proporzioni e forme: cappotti a chiocciola, stile androgeno per le giacche  e i tailleur, pink anche sugli originali scaldaschiena scultura tempestati di cristalli Swarovski color rubino con steli intrecciati di metallo ricoperti di spine acuminate, in un sensuale rapporto di forza e peccato, ma anche  per i collari  e bracciali. Provocazione e contemporaneità,

Corti, ani cortissimi gli abiti, look aggressivo e grintoso nei pizzi macramè che, impreziositi da cristalli, richiamano l’immagine  erotica delle cameriere d’albergo. Luce, giochi i riflessi iridescenti richiamano la leggerezza come must. Anche l’accessorio è totalmente tempestato di cristalli Swarovski,  nel tentativo poco velato di risplendere in qualsiasi occasione di luce propria nelle tonalità del cenere, ghiaccio, rosa antico, rubino e nero.

Roberto Musso


Protagonista della collezione invernale di Roberto Musso è senza ombra di dubbio il cappotto. Linee scultoree, senza bottoni  il cappotto nero si ripresenta nella declinazione con collo in pelo d’alpaca, chiuso in vita da un nastro ruggine stropicciato e pantaloni a gamba larga in panno. Termina l’ansamble un sandalo ultrapiatto, per un look molto rigoroso e severo. Contrasti di superfici, ora opace ora translucide, contrasti nei colori nel nero dei cappotti ai chiari dei pantaloni in un continuo scambio di texture. Dettagli in pelo, weasel sul collo e un inserto in Kidassia che esce indocile dal profilo della tasca.Giacche in lana cotta e pantaloni color fango stampati a mosaico, di ispirazione anch’essi, come nel caso di Colangelo, burriana.

Bianco, nero, blu iris, rosa canina la palette di colori, presentati in uno stile radical chic, con echi nomadi del giramondo

Gaetano Navarra

La donna presentata da Gaetano Navarra per il prossimo freddo è statuaria, algida, consapevole della propria fierezza. Tredici look straordinari, calibrati e combattivi, si prestano alla scoperta del dettaglio, improvvisamente, per svelare ricami e tessiture impalpabili. Un futuro neo-medievale in uno scenario freddo, primitivo, glaciale, una ice warrior contemporanea. Pulita nelle linee, la silhouette è corta, essenziale con le spalle larghe in evidenza, superumane, dal saspore robotico.

Rigidezza e fluidità si alternano in un dialogo continuo; texture selvagge o artigianali, inorganiche o sartoriali, si tallonano in una consonanza che crea lacerazioni e strappi. Pelliccia, pelle e sete le materie base della collezione.

Il contrasto tra natura e artificio è l’elemento che contraddistingue i tessuti. Processi di termoformatura e lavorati a caldo, creano dense texture di frange. La palette di colori rispecchia il sentirsi della donna algida, segue il concetto di fierezza dell’idea primigenia. Un solo colore: ghiaccio, sviscerato in tutte le sue tonalità, da quelle ceree e acquose alle più consistenti e polverose. Gli accessori moderano la durezza degli outfit: niente plateau, ai piedi pump dal sapore bon ton.

RT


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *