Milano Fashion Week. Talenti a Palazzo Morando. Ecco le Scelte DModa

62 sfilate in calendario, una moltitudine di eventi, una infinita lista di presentazioni, inaugurazioni e manifestazioni collaterali. Insomma come ogni anno la Fashion Week milanese non delude le aspettative dei suoi partecipanti. DModa ha cercato di selezionare per voi gli eventi più significativi, ci siamo concentrati sui Nuovi Talenti, e su tutti gli eventi che in questi giorni sono stati organizzati per la loro promozione.

Partiamo con Palazzo Morando. Una selezione accurata di 14 designer scelti da Vogue Italia e thecorner.com per sostenere la creatività dei talenti emergenti del panorama della moda internazionale attraverso l’e-commerce, che ha trovato approvazione anche nelle edizioni  americana, cinese, francese e inglese di Vogue oltre che il patrocinio del Comune di Milano, il sostegno di Swatch, di Altaroma, Mercedes-Benz Italia. Dal Vogue Talents Corner ecco la nostra selezione.

Burak Uyan per le scarpe. Di origine cinese, lo stilista ha già all’attivo una serie di collaborazioni prestigiose, con Givenchy e Giambattista Valli, per il quel è responsabile creativio per abbigliamento e accessori, Con il partner creativo Srdjan Prodanovic creano la collezione presentata a Palazzo Morando, dal mix architettonico e scenico, senza rinunciare alla portabilità.


Oltre alla qualità dei materiali utilizzati una attenzione particolare al design del tacco, mai noioso e scontato, dai coni sinuosi al taglio deciso, la scarpa risulta sempre proporzionata anche nelle grandi misure.

Coliac (disegnato da Martina Grasselli) per gli accessori. Quella presentata da Martina Grasselli è una deliziosa collezione di ispirazione acquatica. Il mondo dei pesci è alla base della collezione A/I 2011/12. La collezione trae ispirazione dalle tavole dipinte di Louis Renard (1678) che raffigura con estrema precisione le tipologie delle diverse entità marine fino agli abissi più oscuri.

Smalti e metalli pregiati per Coliac nelle tonalità del giallo ocra, del rosso porpora, del bianco e del verde smeraldo. Anche Martina vanta collaborazioni di tutto rispetto. Da Stella MsCartney a Jean Paul Gautier fino a Christian Louboutin per gli accessori.

Covherlab (disegnato da Marco Grisolia) per gli abiti, Il brand nasce nel 2009 dal sodalizio tra il designer Marco Grisolia e Paola Romanello. La collezione presentata per il prossimo Autunno Inverno 2011/12, Talullah, segna la maturità stilistica, nella purezza delle linee e nei volumi, del giovane designer calabro, che sviluppa l’estetica presentata in Primal Scream, ridefinendone tessuti, materiali e costruzioni. Razionalismo e rigore sono le costanti di questa collezione assolutamente ispirata.

Sara Battaglia per le borse. Morbidezza, maglie metalliche e lavorazione al laser declinate in palette di colori interessanti, come il rosso rubino, l’oro, zaffiro, verde foresta, e l’utilizzo di orroni, velluti e pelle sono alla base della collezione autunno inverno 2011/12 di Sara Battaglia.

Elemento di distinzione della collezione, le frange, ora a fettuccia, molto spessa, altre volte sottili, evidenziano il carattere di questa collezione che riprende i classici motivi delle produzioni della designer, come la nuova borsa Jasmine, tassel bag con le frange di diversi colori, ripresentandola in nuove ed armoniche tonalità miste.

RT


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *