Talenti DModa. Siculamente

Credeteci non sapevamo più cosa inventare…

Inventarsi un mestiere, dopo aver frequentato tutte le università del creato. Dopo aver onorato le più umili mansioni. Come? Prendere una t-shirt, unire a questa la voglia di comunicare il colore e la passione della cultura siciliana e dei suoi proverbi. Una grafica minimale, ma essenziale e l’originalità di tre ragazzi, rigorosamente, siciliani. Ecco come nasce il marchio Siculamente con una filosofia ben precisa. “Per procurarci fortissime emozioni non abbiamo bisogno di alcun additivo sintetico ne di compiere gesti estremi, ci basta assecondare il nostro gusto e vezzeggiare il nostro senso estetico. Ci siamo arricriati a sfoggiare i nostri assi di mazze in giro per il mondo, rifiutandoci di indossare maglie di college esotici che non abbiamo mai battuto, livree dal logo ridondante, megapubblicizzato, nauseante”.

Li abbiamo incontrati ed è subito partita l’intervista siculamente parlando.

Baciamo le mani…Siculamente risponde?

Sembrava demodè ma è tornato prepotentemente alla ribalta internazionale. Kiss is meglio che bum”.

“C’è un nord ed un sud in ogni continente, in ogni stato, regione, quartiere e famiglia. l sud li hanno creati i nord per saccheggiarne impunemente le ricchezze e depositarci le scorie e le colpe di tutti i misfatti. Siamo nati senza camicia e comunque preferiamo le magliettine”. Che tipo di magliettine?

“Sono maglie della salute che proteggono dalle intemperie ma anche capi di altissima moda autoctona, portano fortuna, esprimono un’idea ma soprattutto sono raccomandate dall’associazione nazionale per la ricerca sull’amaca”.

Sintetizzate Siculamente…

“Detenzione e spaccio di magliette stupefacenti”.

A chi non piace il coordinato pantalone, giacca, cravatta, camicia, scarpa da morto e pochette…cosa consigliate?

“ Un telo mare sotto, un sorriso dell’anima ed un ghiacciolo al limone in bocca”.

Da ora in poi, si prega di rispondere con un bel proverbio siculo di quelli che vi piacciono tantoUna t-shirt per Renzo Bossi, il figlio del senatur?

“Cu fa u bossi s’a pigghia na padania”.

Una per Fabrizio Corona?

“Quello della birra?”

Una per la vostra Sicilia?

“ Se aspetti ca u tempu è bonu i robbi nun li stenni mai”.

Progetti per il futuro?

“Vorremmo vendere lupini ai caselli ma abbiamo problemi ad ottenere le licenze, ma siamo caparbi, determinati ed all’occorrenza abusivi”.

http://www.siculamente.it/indexSPLASH.php

Daria Raiti


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *