Dior, Riccardo Tisci successore di Galliano alla Maison francesce?

Chi sarà il successore di Galliano alla Maison Dior?

Nelle scorse settimane Bernard Arnault, AD di Dior, alla domanda di un azionista, che ha chiesto  numi sulla sostituzione di John Galliano alla Maison Dior, ha risposto perentoriamente che  “nulla ancora è stato deciso”, ma nell’ambiente già si pensa a chi potrà sostituire lì’irrequieto Galliano, con buona pace delle sue sfuriate.

Ecco i 4 più quotati. Voi chi vorreste?

Hedi Slimane

Classe 68. Già responsabile creativo di Dior Homme, linea che ha disegnato fino alla collezione autunno-inverno 2007-’08, da cui si è allontanato nel 2007, pare si sia incontrato un paio di volte con Arnault. Il creativo, nato come art director, ha avuto notevoli esperienze tra le maggiori case di moda francesi, tra cui Luis Vuitton e YSL. Per lui si tratterebbe di un ritorno di fiamma quindi.

Tom Ford

Classe 61. Tom Ford, stilista e regista statunitense, stupisce sempre per la sua ricerca nello stile e nell’eleganza. Nel 1990 assume l’incarico di direttore creativo della Maison Gucci, da cui si allontana nel 2004 per creare il proprio marchio Tom Ford. Ford a Dior potrebbe essere in linea con la voglia dello stilista di mettersi sempre in gioco, di accogliere nuove sfide.

Alber Elbaz

Stilista Marocchino, ha visto i suoi inizi nel prêt-à-porter femminile di YSL, da cui si allontanò dopo l’acquisto di YSL ad opera del gruppo Gucci, finendo sotto le direttive dell’americano Tom Ford. Elbaz passa quindi a Krizia, e nel 2002 fa il suo ingresso da Lanvin, ma probabilmente potrebbe avere nostalgia di lui un palcoscenico più grande.

Riccardo Tisci

Tisci inizia la sua carriera con la presentazione della prima collezione a Milano per la Settimana della Moda nell’autunno 2004/2005. Nel 2008 viene chiamato da Madonna per disegnare e curare il look del tour, Sticky and Sweet Tour, riconfermandolo anche per l’anno successivo. Tra i più quotati come successore di Galliano, dato quasi per certo ormai da Derek Blasberg, scrittore e giornalista di moda americano (Harper’s Bazaar, VMagazine, Vman), che ha lanciato un messaggio su Twitter “Riccardo Tisci è stato confermato!”. Anche se sostenuto pubblicamente da Karl Lagerfeld (in un articolo apparso su Le Journal du Dimanche) per la guida della Maison, Tisci potrebbe declinare l’invito per la libertà di cui gode in Givenchy.


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *