ICONS STARRING. Ritagli ad arte tra cinema e storia – 13 maggio al Margutta Ristoarte

Gli artisti di Brivido Pop: ritagli ad arte tra cinema e storia
21 opere conistallazione a cura di Francesca Barbi Marinetti

Si aprirà con un party di inaurugazione il 12 Maggio  per poi proseguire fino al 6 giugno presso Il Margutta RistorArte
Via Margutta, 118 – Roma
Carta strappata dai manifesti del cinema e della pubblicità tradiscono set leggendari e opere di grandi pittori del Rinascimento Italiano. Una strepitosa mistura di immagini inconsuete e intriganti di star del grande schermo di oggi e di ieri, leader politici, madonne raffaellite e veneri botticelliane ricomposte per creare un significato nuovo, un immaginario simbolico alternativo e originale.
Dietro alla firma Brivido Pop vi sono Marco Innocenti e Fabrizio Micheli, ovvero Brivido & Sganascia. Il primo provvede alla raccolta di immagini, seleziona con cura e prepara il progetto creativo, il secondo accosta e sovrappone le icone per farle dialogare tra loro in un variopinto e ironico tafferuglio.
“Le opere realizzate con photoshop e stampate su tela, fino a una tiratura massima di cinque copie “ spiega la curatrice “  che giocano su accostamenti tra sacro e profano. Si mescolano due piani dell’estetica, quello dell’effimero e del sublime, dando dimora ad un Olimpo eterogeneo di personaggi famosi sia dell’immaginario cinematografico che dell’Arte. L’ingaggio di figure prese a prestito, a formare un parterre davvero esclusivo, orchestra sulla tela stampata un set acceso da provocazione e ironia su tematiche inerenti ai peccati capitali del bagaglio collettivo. La tecnica della stampa su tela si sporca e vitalizza con collage di ritagli di carta. Lo scarto e lo strappo della realizzazione materica  è allusivo all’assemblaggio concettuale delle opere: strato dopo strato e scavando attraverso una sovrapposizione secolare, Brivido Pop ci induce a considerare combinazioni digitali seducenti e impensabili”.
Michelangelo e Anitona, Superman e Raffaello, Caravaggio e Brigitte Bardot, Barack Obama e Osama Bin Laden si parlano, seducendo con i loro sguardi suadenti e gli accostamenti inediti, come  lo sguardo di George Clooney che si confonde e rafforza con gli occhi magnetici di Sebastiano del Piombo.

Dal 1997 ad oggi hanno gli artisti hanno prodotto oltre cento manifesti per il cinema italiano, e molti personaggi dello spettacolo tra cui Pedro Almodovar, Penelope Cruz, Ferzan Ozpetek,  Leonardo Pieraccioni, Laura Torrisi, Carolina Crescentini, Francesca Giovannetti, Checco Zalone, Vincenzo Salemme, Maria Grazia Cucinotta, Paolo Virzì, Silvio Muccino, Laura Chiatti e Carlo Verdone hanno appense alle mura di casa un brivido pop. Insomma un tuffo inedito nel cinema contemporaneo e d’altri tempi.


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *