Look per gli esami: l’abito fa il monaco!

L’esame di maturità è un’occasione di quelle che si ricordano per la vita, e va affrontata in maniera adeguata … anche nel look!Negli anni ’90 il primo consiglio che si dava alle ragazze era di andare con la pancia coperta! Maglie sopra l’ombelico oggi non ne vedremo di sicuro: la loro stagione è assolutamente tramontata. Ma consigli su cosa evitare e cosa preferire sono sempre preziosi: l’esame è una circostanza in cui l’abito fa il monaco!

Siamo sicuri che la temuta commissione – per quanto attenta principalmente alla vostra preparazione – non sarà affatto indifferente al vostro look. Un outfit adeguato è il primo segno di rispetto nei confronti della situazione e del vostro interlocutore.

Ma non è una cerimonia, quindi niente tacchi e cravatte! Non c’è bisogno neanche di correre ad acquistare capi nuovi e costosi. La sobrietà. Ecco tutto! L’equilibrio sarà un ottimo biglietto da visita. Pertanto è bandito il look del sabato sera! Anche perché non sarebbe molto pratico. E la praticità è fondamentale per farvi sentire a vostro agio, soprattutto nelle lunghissime ore delle prove scritte!

Vediamo quali sono le regole fondamentali per ottenere una mise da perfetto “maturando”.

Trucco e parrucco. Optare assolutamente per un’acconciatura naturale, che lasci preferibilmente scoperto il viso. I capelli davanti agli occhi possono seriamente acuire il nervosismo quando si è bloccati nella versione! Per quanto riguarda il trucco, bisogna soltanto metterne il meno possibile. Colori pastello e un po’ di rimmel saranno sufficienti. Superfluo sottolineare che un po’ di correttore per le occhiaie sarà indispensabile, dopo le notti passate sui libri.

Scarpe. Anche in questo caso comodità e sobrietà sono le sole due linee da osservare. Per le ragazze non c’è che l’imbarazzo della scelta. Sono sicura che nei vostri armadi abbiate già quello di cui c’è bisogno: volete dire che non avete un paio di ballerine o un mocassino? Se non le avete – cosa difficile – è l’occasione per acquistarle: dopo l’esame continuerete ad usarle tutta l’estate, fino all’autunno.Se il caldo proprio non vi fa respirare, cedete pure ad un sandalo dalle nuances delicate. Inutile ribadire che il tacco è severamente vietato: l’esame non è una serata di gala, e non è il caso di inciampare davanti alla commissione!Il mocassino anche per i ragazzi va benissimo! Se vi sentite un po’ più casual optate pure per una scarpa sportiva. Ma lasciate a casa le sneakers!

No extra-small, no extra-large! Taglia media è l’ideale. Un abito troppo aderente, non è troppo pratico! E mette in evidenza forme cui la commissione non è interessata. Non sono ideali neanche maglie o pantaloni extra-large che cadono da tutte le parti. Potrebbero dare l’idea di uno stile trasandato.Come sempre camicie e polo saranno adeguatissime. Bollato sia dal mondo della moda che da quello della scuola il pantalone corto per i ragazzi. La minigonna per le ragazze, se non è stata bollata, la bolliamo noi!

Detto questo, potete correre a studiare. Una buona preparazione e un’ottima presentazione sono tutto quel che serve. In bocca al lupo da DModa!

di Elisiana Fratocchi


Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *