AltaRoma fuori Calendario, a Palazzo Ferrajoli i volumi e le sperimentazioni materiche di Luigi Borbone

A Palazzo Ferrajoli, fuori Calendario AltaRoma Luigi Borbone presenta la sua collezione A/I 2011-2012.

Rigidità e morbidezza unite da stratificazioni sono le parole chiave della collezione del giovane Couturier romano. Il Mood dei tagli realizzati è la corazza, di nella sua declinazione ispirazione militare e organica, riconoscibile su giacche e cappotti, capi principi della collezione. Un elogio dell’alta moda in chiave moderna e giovane, come merita e necessita la scuola romana che da anni produce nomi importanti e fondamentali del made in italy.


Silhouette strizzata in vita, spalline importanti e vistosi decolleté fronte retro sono il risultato chiave della ricerca e dell’utilizzo del tweed di lana spalmata in versione oro e argento, del velluto broccato oro, di raso e chiffon di seta, cappotti in alpaca raffinatissimi nella loro semplicità, gonne in con pelle e pelliccia rosa a sottolineare l’opulenza dell’artigianalità che non rinuncia al lusso.

Giacche in  lana bouclè con incrostazioni simili a corteccia e sughero.  Sensualità. Nei cappotti Applicazioni di alamari in passamaneria oro, nero ed argento sono le finezze sartoriali che richiamano le uniformi napoleoniche (a sottolineare la  metafora militare i guantini a mezze mani GWAAN in versione animalier) e la fierezza della nobiltà.

Una classicità rivisitata nei colli di pelliccia colorati, e negli abiti lunghi che utilizzano lo chiffon e le sete nelle tonalità del senape, petrolio, magenta e rugine che si sposano brillantemente con i dettagli beauty.  Occhi nella nuance del inchiostro rosso e nelle volute dei capelli che da una treccia laterale si sviluppano in torciglioni assolutamente moderni.

Foto Eleonora D’Urbano


Redazione