AltaRoma. Il geometrismo e i volumi della Maison Sarli

Non poteva essere siversamente. In totale continuità con gli insegnamenti e le linee del maestro quella proposta dalla Maison Sarli alla seconda collezione dopo la scomparsa del maestro è un tripudio di effetti grafici, geometrismo ed essenzialità delle forme, un interessante connubio tra Art Dèco e Op- Art. Carlo Alberto Terranova e Rocco Palermo per l’Autunno-Inverno 2011-2012 si propongono scacchi, onde, losanghe e spirali in versione “black’n white”.  Illusioni ottiche, giochi geometrici  di illusoria profondità e tensione cromatica. Contrasto e armonia convivono sulla stessa passerella fasciando una donna fiera, decisa e moderna.

Tridimensionalità nei tailleurs e nei  mini abiti  che vivono di ricami, tagli e stampe vibranti. per la sera si osano  abiti-mantella in cady di seta le cui geometrie bicolore disegnano una silhouette sensuale ma sempre chic. Le opere di Vasarely, Riley, Mackintosh ed Eileen Gray rappresentate da ricami all-over chiudono la sessione black’n white, trasportandoci verso il finale dove il  defilè si colora e diventa scultura negli intramontabili abiti di gazar in pura seta.

La sposa è un bianco connubio tra sogno e avant-garde,  simbolo imprescindibile di tradizione sartoriale che contraddistingue lo stile Sarli.

(ph. Luca Sorrentino)


Redazione