AltaromaAltamoda. Giada Curti presenta “Libera di Essere Divina”

Giada Curti – Romantico A/I 2011-12

Un romantico sguardo al passato per esprimere un concetto al di là di ogni tempo, Libertà femminile. E’ l’idea di partenza per la creazione della collezione Autunno Inverno 2011/12 di Giada Curti, presentata ieri sera in Piazza Mignanelli, evento in Calendario di AltaRoma AltaModa. Alla presenza del Suo Presidente Silvia Venturini Fendi e della Vice Presidente Valeria Mangani, hanno sfilato le  venti creazioni della stilista laziale ispirate ad un’icona di stile ed eleganza degli anni ’30, Tamara De Lempicka. Una rivisitazione dello stile Art Déco grazie all’impiego di duchesse, organza e plasma satin, armonicamente combinata alla palette colori di declinazioni del verde salvia, marrone cacao e viola alessandrite. Irrinunciabili, in questa collezione, le sovrapposizioni di tulle ricamati con pizzi francesi, intarsi di crine, rouches e drappeggi couture sugli abiti da grand soirée proposti.

La donna di Giada Curti è dotata di un raffinato charme provocatorio, evidenziato dai decolleté tesi ad illuminare il viso ed  importanti panneggi in tulle per un senso di fluidità e leggerezza. La presenza del nero, lucido ed opaco, è impreziosita da ricami in swaroski e pietre dure.

Con la ferma convinzione che la Moda è donna, il gran finale offre agli ospiti il recupero del pizzo bianco avorio in tipico stile anni 30 per la sposa, unita ad una compagna in rigoroso smoking nero e papillon sul nudo decolleté. Non è provocazione, bensì un messaggio di liberazione e sguardo al futuro.

di Olivier Di Gianni (ph. Raffaele Soccio/L.Sorrentino)


Redazione