Tendenze estive. Nella terra dei colori un trionfo di Foulard

Perfetto in seta e con misure 90×90, ma anche in cotone  adatto a tutte le età e a tutte le stagioni.

Negli anni ’60 non poteva mancare nel guardaroba di una diva, oggi è tornato a far da padrone nei nostri armadi e cassetti. Può rendere glamour anche l’outfit più banale, basta saperlo impiegare bene.

Alcune lo preferiscono intorno al collo, altre lo mettono in testa. Ma attenzione a come lo si lega: questo non è un dettaglio! Se avvolto al collo con un fiocchetto, può risultare un accessorio di estrema eleganza donando un sapore anni ‘50 al nostro look.

Nelle ultime stagioni il foulard a mo’di Kefiah ha davvero spopolato, conferendo quel tono casual ad ogni tipo di abbigliamento.

Chi si sente un po’ anni ’70 può invece annodarlo intorno alla borsa; e se la borsa è una tracolla di cuoio l’ hippy style è assicurato! Per omaggiare ancora la “generazione dei fiori” si potrebbe utilizzare il foulard come cintura per pantaloni.

Che ve ne pare, invece, del foulard tra i capelli? Tendenza rubata decisamente al gusto gipsy, quest’estate il fazzoletto in testa potrebbe diventare un vero must! Lo si può usare come una comune fascia. Per ottenere una mise davvero sopra le righe, l’ideale è far confondere il foulard con le vostre chiome, magari in una lunga treccia.

E’ vero che il foulard non scompare dai cassetti al cambiare delle stagioni, ma l’estate lo richiede esclusivamente vivace. Quindi via le tinte pallide e spente! Osare con i toni accesi! Questi gli imperativi che hanno guidato molti stilisti nelle loro scelte!

Giallo per Missoni, che ha esposto le sue creazioni per la p/e 2011 nella campagna “Family and friends” presso il Museum of Everything di Londra.

Anche Alviero Martini, pur non abbandonando la caratteristica colorazione terra, per quest’estate cede anche ai toni del fuoco. Da quando lo stilista ha iniziato a proporre variazioni del classico tema, le sue realizzazioni risultano anche più interessanti: cartine geografiche sì, ma camuffate e colorate! In questo modo, abbiamo visto, creazioni dal sapore più fresco e dinamico, adatte ad ogni età.

E se l’estate comanda colori vivaci, l’inverno ispira toni decisamente più gentili. Ce lo conferma Francesca Bassi con le sue creazioni per la fw 2011/2012. Cromie esclusive, coniugate a lavorazioni artigianali, garantiscono un perfetto equilibrio stilistico. Non solo maxi stole e colli tricot per la stagione fredda: la nuova collezione vede protagoniste anche le pashmine. Tessuti, lavorazioni e motivi rubati all’Oriente vengono reinterpretati con tonalità di gusto tutto europeo.

E non c’è bisogno di rinviare i nostri desideri al prossimo shopping. Prima di uscire guardate negli armadi di vostra madre, se non addirittura in quelli della nonna: potreste trovare piacevoli sorprese! Il foulard era un accessorio irrinunciabile nei decenni passati. Ma non escludete nulla, tutto può succedere: da qualche stagione anche il vostro lui potrebbe nascondere qualche bel capo da mettere al collo!

di Elisiana Fratocchi


Redazione