Tendenze Occhiali Estate 2011. Anche l’occhio vuole la sua parte

Se è vero che l’occhio è lo specchio dell’anima, cosa più di un paio di occhiali può suggerire lo stile di una persona? Che si ispiri agli anni Settanta o rimpianga i tempi d’oro di Saint-Tropez, che sia pop e un po’ sauvage o rock cangiante punk, che inneggi all’estro del barocco o all’instant karma lennoniano, l’occhiale da sole di questa estate 2011 non tarpa certamente le ali alla fantasia. Molteplici i modelli proposti.

Glamour, colore ed eleganza caratterizzano Animalier, la nuova collezione di Dolce&Gabbana. La gamma comprende tre modelli, che spaziano da forme più maschili in stile aviator a forme ispirate agli anni Sessanta, passando per profili più tondeggianti, tutti declinati in preziosi colori: rosso papavero, blu ardesia, viola orchidea, giallo ocra e azzurro zaffiro.

Dalla montatura d’ispirazione anni Ottanta e dal taglio lievemente allungato, Love Vogue rende invece omaggio all’amore con un modello da sole esclusivo, caratterizzato da una serigrafia di cuori sul frontale. Nei colori trend dell’estate, in montature bi-color per le giovanissime e in tinta unita all-black per le amanti dello stile classico, ogni modello della collezione è unico nel suo genere.

Conquisterà le amanti dello stile pop più romantico il round trend prepotentemente proposto da Persol e Ray Ban. Felice il connubio tra forme giottesche e montature tartarugate. Sembra invece uscito da casa Potter l’occhiale tondo con montatura in metallo ultra-leggera. Le lenti sono scure: nere, marroni o verdi, cifra distintiva del marchio dello storico Aviator.

Tutt’altra l’ispirazione di Prada. La maison milanese lascia tutti a bocca aperta. O meglio, lascia tutti a occhi sbarrati. Curve, fregi ed effetti bassorilievo disegnano l’architettura dell’occhiale Minimal-Baroque: stile barocco per un inno al colore, al gioco e soprattutto all’originalità. Eccentrici, ma nel contempo classici, gli abbinamenti di colore: blu/bianco, azzurro/nero e bianco/miele. Le tinte e l’acetato armonizzano perfettamente le linee del frontale e i riccioli rococò dell’asta, per un mix vincente espresso già dal paradossale nome della linea.

Un classico irresistibilmente contemporaneo: questo, infine, il segreto della collezione Striking di Dior. Lenti oversize, che regalano un’aura di divismo d’altri tempi, sposano dettagli in metallo laccato, ponte a contrasto e borchie a vista. Netti e decisi gli stacchi cromatici: bianco/rosso e nero/avorio i più seducenti, colori che incontrano le trasparenze delle lenti, donando a tutta la linea un originale tocco street.

di Giulia Carrarini


Redazione