Le tracce nella collezione Primavera estate 2012 di Arnoldo][Battois

Si Ispirano alle tracce, al ricordo di colori, forme, luci e materiali per la Collezione Primavera Estate 2012 di Arnoldo][Battois.

Sinuosi binari metropolitani su cui scorrono vagoni fluo, ombre, metalli colorati in ricordo di citta invisibili e di intrecci che portano a forme alternative, generatrici di idee nuove  e inusuali.

Tagli convergenti, da cui fuoriescono macro filetti in pitone laccato fluo, con un particolare accessorio metallico  recuperato da una vecchia postina  militare rinnovano borse dalle forme  canoniche realizzate in gommosi vitelli. Inoltre fitti intrecci in cotone cerato e gomma  trasparente si aprono per far intravedere il colore delle sacche in nappa plongè.

Divertenti forme In plexiglass trasparente fluo si combinano con superfici in capretto bottalato lavorate a pieghe piatte, soffietti multipli e filetti  fluo per  codificare un  “nuovo vintage”.  Volumi antropomorfi, in precedenza lavorati con ricche plissettature, perdono  la complessa texture per sottolineare invece  la propria architettura.

La palette dei colori sofisticata: rosso e giallo fluo, vengono dalle polaroid. Il verde tra il latte menta e il salvia con punte intense che arrivano a fondersi con il turchese, bianco con note di grigio e sabbia,  corallo sbiadito  contaminato, sempre riminisenza di foto storiche e di antichi ricordi.

Anche  l’oro delle galvaniche sbiadisce, come intaccato  dal tempo,  trasformandosi in platino.

Frammenti di  passato sbiaditi dal tempo, descrive il continuo divenire dell’esperienza di questi due formidabili designer.


Redazione