BINF. Nuovi talenti alla milano fashion week

La settimana della moda milanese è un trampolino di lancio per molti nuovi talenti della moda e DModa non poteva mancare alla sfilata di Bussinessinfashion.com al Mib di Milano. Una passerella su cui hanno sfilato alcuni dei nuovi talenti italiani, da tenere sempre d’occhio.

Ad aprire la passerella una suggestione di leggerezza e drappeggi che ha preso vita nella visionaria interpretazione dei “Cigni Neri” di Mario Chiarella. Un’emozione declinata in nero,in bianco,in blu e rosa dal sapore Haute Couture che ha conquistato grazie ai sapienti tagli di sbiego, al denim ricamato ed ai drappeggi realizzati a mano. Un capolavoro.

Miriam Nori,con il marchio Iron, manda in passerella le sue proposte orafe: un lavoro artigianele fuso nel bronzo e nell’argento nato nella manualità della designer che sperimenta e ricerca geometrie ataviche e di grande impatto visivo.

Marco Daolio con Gattacicova si muove all’insegna dell’ironia e i suoi capi diventano stimolo per gli occhi: abiti in seta ed in cachemire che con versalità si trasformano in maglioni. Impressioni in passerella di un gusto giocoso e creativo.

Ironia è la parola d’ordine per My T-shirt.Life is a Circus, rappresentazione irriverente e rock’n'rebel di Tomas Lanza che fa sfilare modelle e modelli cont-shirt stampate in cui il naso da pagliaccio fa capolino sulle immagini di personaggi famosi come Valentino e lady Gaga. Un inno a prendersi tutti meno sul serio.

Esuberanza creativa anche per A.S. Couture di Antonietta Sabbatella che ricerca nella sinuosità femminile forme uniche. Raso e pelle leggerissima che avvolgono il corpo femminile ricercando immagini da diva dei nostri giorni.

Armonia e autentico savoir-faire nella collezione di casual-chic delle sorelle Marcucci. Un gioco di contrapposizioni sapientemente studiate nelle sete e nei colori romantici. Un delicato effetto etereo per una donna moderna che guarda con romanticismo e spensieratezza alla moda.

Ed in fine il lavoro di Otto By Federica Frontini,ispirato e sperimentale, che nasce dall’incontro tra il tessuto e la designer. Stoffe preziose come la seta lavata si mixano a jersey per diventare originali e personali abiti e accessori moda. Il tutto per esaltare la dolcezza femminile.

Antonio Frascadore


Redazione