Corridor and Stairs. Mostra “Diana Vreeland after Diana Vreeland”.

Inaugura Corridor and Stairs, con “BIzzare, Colorquake, Flamboyant, Personalites, Allure”, una presentazione della mostra “Diana Vreeland after Diana Vreeland”. Corridor and Stairs, il nuovo progetto culturale di Mauro Grifoni, è uno spazio atipico, dedicato alla fotografia di moda, in via Santo Spirito 17 a Milano.

Corridor and Stairs ha una conformazione unica e insolita. Nel cuore del quadrilatero milanese si presenta come un luInaugura Corridor and Stairs, con “BIzzare, Colorquake, Flamboyant, Personalites, Allure”, una presentazione della mostra “Di ana Vreeland after Di ana Vreeland”. Corridor and Stairs, il nuovo progetto culturale di Mauro Grifoni, è uno spazio atipico, dedicato alla fotografia di moda, in via Santo Spirito 17 a Milano. Corridor and Stairs ha una conformazione unica e insolita. Nel cuore del quadrilatero milanese si presenta come un lungo corridoio e quattro piani di scale. Una spina dorsale culturale che sale nel palazzo di Mauro Grifoni, di cui costeggia il monomarca. Corridor and Stairs spiega così la sua natura una zona di passaggio che diventa però un momento di sosta e di interrogazione. Le zone di passaggio sono le zone più interessanti nella cultura contemporanea: relazioni fragili tra gli ambiti del design, della moda, dell’arte e dell’architettura. Corridor and Stairs lavora su questi equivoci costruendo piccole mostre simboliche, a cadenza regolare.

Corridor and Stairs apre con “Bizarre, Colorquake, Flamboyant, Personalites, Allure” un cameo dedicato alla mostra “Diana Vreeland after Diana Vreeland” (Palazzo Fortuny, Venezia 10 Marzo/25 Giugno 2012) a cura di Maria Luisa Frisa e Judith Clark, commissionata da Lisa Immordino Vreeland e promossa dalla Fondazione dei Musei Civici di Venezia e dal Diana Vreeland Estate. Per l’occasione Mauro Grifoni, che è anche partner della mostra veneziana, ha editato una serie limitata di Tshirt dedicate a Diana Vreeland con le 5 parole che danno il titolo alla presentazione. bizarre, colorquake, flamboyant, personalities, allure a special preview of “Diana Vreeland after Diana Vreeland” (Palazzo Fortuny, Venezia 10 March — 26 June 2012) curated by Maria Luisa Frisa and Judith Clark opening February 24, 5-9 p.m. Via S. Spirito 17 – Milano from 24 February to 6 April rsvp +39 02 76280785ngo corridoio e quattro piani di scale. Una spina dorsale culturale che sale nel palazzo di Mauro Grifoni, di cui costeggia il monomarca. Corridor and Stairs spiega così la sua natura una zona di passaggio che diventa però un momento di sosta e di interrogazione.

Le zone di passaggio sono le zone più interessanti nella cultura contemporanea: relazioni fragili tra gli ambiti del design, della moda, dell’arte e dell’architettura. Corridor and Stairs lavora su questi equivoci costruendo piccole mostre simboliche, a cadenza regolare. Corridor and Stairs apre con “Bizarre, Colorquake, Flamboyant, Personalites, Allure” un cameo dedicato alla mostra “Diana Vreeland after Diana Vreeland” (Palazzo Fortuny, Venezia 10 Marzo/25 Giugno 2012) a cura di Maria Luisa Frisa e Judith Clark, commissionata da Lisa Immordino Vreeland e promossa dalla Fondazione dei Musei Civici di Venezia e dal Diana Vreeland Estate. Per l’occasione Mauro Grifoni, che è anche partner della mostra veneziana, ha editato una serie limitata di Tshirt dedicate a Diana Vreeland con le 5 parole che danno il titolo alla presentazione. bizarre, colorquake, flamboyant, personalities, allure a special preview of “Diana Vreeland after Diana Vreeland” (Palazzo Fortuny, Venezia 10 March — 26 June 2012) curated by Maria Luisa Frisa and Judith Clark opening February 24, 5-9 p.m. Via S. Spirito 17 – Milano from 24 February to 6 April rsvp +39 02 76280785


Redazione