Daniele Calcaterra e il pregiato semplice

Daniele Calcaterra per la collezione A/I 2012/13 segue un percorso ispirativo che lo porta all’astrattismo rappresentativo, sviluppando la tematica più vicina al suo essere un idealizzatore e creatore d’immagine.
Le forme dettate dalla natura e il gioco delle ombre, sfumature diverse, forme che cambiano direzione e dimensione . La semplicità estrema delle linee e la geometriapersonale di Calcaterra assumono un carattere descrittivo che segna i confini della sua nuova Pulizia Empatica.

Attraverso la forma Daniele ricrea derivazioni che spaziano dagli anni venti ai più aggressivi anni novanta , giocando con sapienti tagli e mix materici un sottile gioco temporale, dando vita ad una serie di proposte stilistiche caratterizzate tra loro esclusivamente dal fatto di essere atemporalmente moderne.
Le materie prime sono come sempre pure e preziose, mantenendo così il denominatore comune tipico dell’essere di Calcaterra: un “pregiato semplice”.

Raffinato ed elegante Daniele esprime una serie di nuove linee decorative che, come Ombre di luce, si poggiano sulla persona generandone la moderna tendenza descrittiva d’immagine.
Solo la luce impropria che arriva appoggiandosi sui solidi per lui è fonte di nascita di linee nuove.

In questa collezione Calcaterra attinge direttamente dalle uniche due fonti mai contaminate del suo essere, la mente e le mani , riportando esattamente le ombre visive del suo pensiero sul manichino , traendone forma senza quasi passare attraverso la matita, dando vita alla collezione capo per capo.


Redazione