MONDO PREZIOSO. Artigianato innovativo per la gioielleria

Dal “gioiello sartoriale” al bijoux moda, le nuove tendenze per la primavera/estate 2012

Quattro giorni per ammirare tutte le proposte di alta gioielleria al Centro Orafo Tarì con circa 20.000 presenze.
Il salone Mondo Prezioso rappresenta uno degli incontri immancabili per gli operatori del settore italiano, presentando le nuove tendenze della gioielleria, orologeria, argenteria e oreficeria e offrendo lo spunto per verificare, insieme agli espositori, lo “stato di salute” di uno dei settori più caratteristici del made in Italy.
Mondo Prezioso si sviluppa su 45.000 mq di superficie (del centro Tarì) più 9.500 mq esterni di esposizione in cui, in una modalità innovativa rispetto alle fiere del settore, sono presenti le ultime novità non soltanto delle 400 aziende stabilmente insediate al Tarì,  ma anche di oltre 100 espositori esterni, rappresentativi delle realtà più all’avanguardia e provenienti da tutta Italia ed in particolare il 51/% nord, 24% centro, 16% sud e 9% estero tra Germania e Belgio.

Il Lusso contemporaneo del Gioiello Sartoriale non sembra avere crisi. Il Tarì segna un ritorno al gioiello artigianale, ma in un’accezione completamente nuova. Se da un lato i grandi brand tendono a monopolizzare il mercato e la comunicazione, la formula che il Tarì sostiene in modo fermo è quella dell’artigianato innovativo. Creatività esclusiva, competenze di altissimo livello, innovazione tecnologica nelle più sofisticate tecniche di prototipazione e incastonatura. L’artigianato oggi è sinonimo di altissima qualità nella produzione, di esclusività nel design e di individuazione delle competenze da parte del punto vendita, che è libero di scegliere, preferendo la creatività esclusiva all’assortimento codificato dai brand globali.

Se alla eccellenza produttiva si unisce un design esclusivo e personalizzato, questo è il vero lusso contemporaneo.
Nasce, così, il Gioiello sartoriale ed un nuovo concetto di artigianato.
L’anello di congiunzione è il Design, che al Tarì opera attraverso il Tarì Design Lab, il laboratorio di creatività che sempre più dedica anche ai singoli gioiellieri, attività di consulenza ad hoc, per la nascita di linee di prodotti il cui brand è quello che si identifica con il punto vendita o che, a loro volta, rispondono alle specifiche esigenze personalizzate del cliente finale.

Il tema di questa edizione è la “Policromia: orientamenti contemporanei nel colore”.
Attraverso un percorso sensoriale, i colori che illuminano l’estate 2012 sono i veri protagonisti, interpretati e declinati nelle personali visioni dei 14 designers free lance del Tarì Design Lab.

Durante la fiera e fino ad ottobre, gli ospiti del Tarì potranno, infatti, ammirare, nella hall centrale, la Gioconda Shine Door di Nusco Spa, una eccezionale riproduzione realizzata con 31.707 cristalli Swarovski declinati in 8 diverse tonalità, su un’anta in ecopelle di pitone. Si tratta di una particolare sperimentazione, espressione del design di lusso e dell’arte creativa Made in Italy dell’azienda campana Nusco spa, che riproduce il capolavoro leonardesco e la tecnica dello “sfumato”, con un pregiato gioco di chiaroscuri utilizzando cristalli Swarovski di topazio, ambra e smeraldi.

Le Tendenze

Must per la prossima stagione primavera/estate 2012 saranno i colori, le forme e gli abbinamenti insoliti.
Protagonista il fiore, declinato in tutte le sue svariate essenze e sfumature su collane, anelli, pendenti e maxibracciali.

Tra le pietre preziose, brillano tra tutti, i diamanti, ma anche gli smeraldi evergreen, i rubini, zaffiri e l’optical dell’onice. Molto spazio anche a tutte le pietre naturali dai colori più nuovi ed originali, accostate in tavolozze di sfumature e dimensioni diverse, quali tormaline, peridoti, tsavorite, rubellite, opale di fuoco, zaffiri, giade ma anche un grande ritorno all’uso degli smalti.

Tra i marchi presenti al salone: Crivelli, Damiani, Cielo Venezia, Recarlo, Comete, Chimento, D Donna, Giorgio Visconti, Mirco Visconti, Gianni Carità, Roberto Giannotti, Mediterraneo, Luce Bianca, Altanus


Redazione