La Moda è di moda. Incontro con Giovanna Gentile Ferragamo

La Moda è di moda

Incontro con Giovanna Gentile Ferragamo,

Maison Salvatore Ferragamo

 30 Maggio 2012, ore 21.00

Teatro Studio, Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro de Coubertin, Roma

 

 

“Quando lo stilista scende dalla passerella, torna ad essere un uomo”

(Gianfranco Ferré)

Mercoledì 30 Maggio, alle ore 21.00, presso il Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, Mariella Milani, fashion blogger e storica giornalista del TG2, incontra Giovanna Gentile Ferragamo della maison Salvatore Ferragamo.

 “La Moda è di moda. Incontro con i protagonisti del Made in Italy è un evento promosso dal Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ideato e coordinato da Stefano Dominella, con l’obiettivo di far avvicinare e conoscere al pubblico le grandi firme del Made in Italy, il percorso formativo, la filosofia di prodotto e d’immagine, svelandone anche le ansie e gli aneddoti della vita lavorativa. Fin dietro le quinte, il backstage della creatività. Un incontro diretto con i grandi del fashion system italiano, un racconto di moda e di vita.

Giovanna Gentile Ferragamo, secondogenita dei sei figli di Salvatore Ferragamo, ha iniziato a lavorare nell’Azienda di famiglia, che ha sede a Firenze, creando il settore Prêt-á-Porter Donna.

Nel 1967 è stata presentata la prima Collezione ufficiale nella Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze. In seguito il settore Abbigliamento si è sviluppato fino a rappresentare oggi un dato significativo nel fatturato dell’azienda.

Attualmente è vice Presidente della Salvatore Ferragamo Italia SpA, membro del Consiglio di Amministrazione della Salvatore Ferragamo Italia SpA e di varie società Ferragamo.

È anche vice Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e membro del Consiglio di Reggenza di Banca d’Italia, sede di Firenze. Ha sposato nel 1964 Giovanni Gentile, ingegnere, ed è madre di 4 figli.

Protagonisti dell’evento “La Moda è di moda” saranno anche  i giovani. Il focus sulle nuove generazioni appassionate di moda si svilupperà attraverso la partecipazione di scuole di design e moda. Per ogni sera, una parte della sala che ospiterà la manifestazione sarà riservata agli studenti dei vari corsi. Nella prima fila del Teatro Studio è prevista inoltre la presenza di un gruppo di giornalisti di moda, costume e società che potranno intervenire in qualsiasi momento. Immagini proiettate su uno schermo accompagneranno l’incontro.


Redazione