Pitti Immagine Uomo 82. Reportage fra le tendenze

Pitti Immagine Uomo 82

 Tornata un paio di giorni fa da Firenze, mi sono ritrovata a tirare le somme di quanto ammirato o criticato al Pitti Immagine Uomo 82. Le temperature erano altissime, afa urbana senza neppure un filo di piacevole venticello, ma i gentlemen, provenienti da ogni dove, non hanno rinunciato ai loro completi!

Oltre ai padiglioni destinati ai brands già noti e a quelli evergreen, ce n’erano altri…destinati ai talentuosi designer emergenti.

Ecco qui, i designer che hanno catturato la mia attenzione:

#Myfactory and the studs

 My factory è il padiglione più rock, quello più giovane. Durante la presentazione delle collezioni Spring/Summer 2013, le borchie sono state fulcro di diversi stilisti.

 

LUXSOCIETY

Hollywood Land Hangover, ecco il nome della collezione Spring Summer dei giovanissimi designers Lux Society. Denim di ogni genere, dal gilet al giubottino, studs ovunque per arricchire i capi e t-shirt indie. Un american style, vintage,tra hippie e rock. Diro alla riuscita di questa collezione cìè tanto lavoro ed una minuziosa realizzazione a mano, dunque ogni pezzo è da ritenersi unico.

 

Maglia

Sono stata attirata dallo spazio dedicato a Maglia, così, incuriosita, ci sono entrata per dare una sbirciatina. Ci ho trovato un’ idea divertente. Semplicissime t-shirt e bags realizzate con i materiali più assurdi…dalla camera d’aria di una bicicletta, al top del top: La camera d’aria della ruota di un trattore!

2 di picche recycled

 

2 di picche: la nuova collezione non ha smentito il mood di sempre. Borchie di ogni tipo applicate su Balenciaga e Chanel Inspired. Anche qui si parla di pezzi unici e rari, ogni modello viene realizzato con materiali diversi, dalla pelle di un vecchio chiodo, ad un levi’s slavato, a foulard vintage by Chanel. Il marchio può essere definito completo, perchè oltre alla già nota realizzazione di bags e shoes, quest’ anno ha visto la new entry di un giovanissimo designer che confeziona gioielli con charms e pietre introvabili presi in mercatini di Parigi.

Jeffrey Campbell



Mr. Jeffrey: nessuno ama le borchie quanto lui. Sempre più estroso, sempre più in vista, sempre più Jeffrey Campbell.

Mario Pini

 

Finirà mai di stupirci? Del designer napoletano conosciamo già molto. Abbiamo letto la sua bio, abbiamo visto ed indossato i suoi skulls, abbiamo bramato i suoi killer heels, ma  il Pitti Immagine Uomo 82 ha visto anche la realizzazione di sneackers borchiatissime, ma anche di un modello più classico, di colourful stringate.

Civic

 

 Carta lavorata, per la creazione delle calzature più estive e divertenti!

Questo è ciò che ha attirato maggiormente la mia attenzione a Pitti Immagine Uomo 82.

Stay Tuned for Upgrades!

Photos and words by Anna Pastore


Redazione