Mirit Weinstock, arte a 360 gradi

Un talento da fuoriclasse, dimostrato in vari campi, dalla moda al gioielloE’ forse un unicum nel panorama internazionale, il talento dell’israeliana Mirit Weinstock.
Versatile, eclettica, originale e carismatica, capace di eccellere in campi diversi, dai suoi gioielli, unici e particolarissimi, alle sue creazioni di moda.

Rafia, piume, materiali innovativi e design suggestivo, ispirato alla natura. Bracciali come spighe di grano, collane come ramoscelli, ciondoli con ventaglio di piume: la moda diventa natura morta, per gioielli di enorme impatto scenografico.

Una collezione concettuale, che ha fatto enormemente parlare di se’. Apparentemente minimale, sconcerta improvvisamente, con rappresentazioni tratte dal mondo della natura, con tocchi di drammaticita’ mai visti in un gioiello.

Classe 1977, nata ad Haifa, in Israele, formatasi allo Shenkar college, e, subito dopo, da Alexander McQueen e da Lanvin. Una personalita’ forte, un talento fuori da ogni schema ed etichetta, che le ha permesso di fare esperienze diverse, cimentandosi anche nella creazione di abiti da sposa.

di Chiara Caputo


Redazione