Isa Arfen. Minimalismo monocromatico e decori

Un nuovo talento scuote la scena del fashion internazionale.


Isa Arfen, all’anagrafe Serafina Sama, il suo debutto lo fa con una collezione donna per la prossima primavera/estate 2013.  Isa Arfen mostra una passione sconfinata per il design e una personalita’ fuori dagli schemi. Nata a Ravenna, formatasi nella prestigiosa Central Saint Martins, a Londra, dove vive ancora oggi. Un curriculum ricchissimo, con esperienze nelle piu’ importanti case di moda – da Lanvin a Marni a Louis Vuitton – fino alla creazione della sua prima collezione.

Una collezione per gourmet, fatta di piccoli pezzi, dai tessuti scelti con grande cura, e dalle linee essenziali eppure sofisticate, ispirandosi al minimalismo estero contrapposto allo sfarzo italiano dei primi anni Novanta.


Essenzialita’ nelle sete, in rosa petunia e verde bottiglia, ma anche tocchi inaspettati ed audaci, in shantung e techno taffeta’, bilanciano un mood in bilico tra minimalismo ed innovazione.

Ammette di vivere la moda ancora oggi come un gioco, mettendo al primo posto la voglia di creare, sperimentare e anche divertirsi.

Una silhouette rigorosa e dal design innovativo lascia talora il posto a corpetti e shorts, per esaltare le femminilita’.

Pezzi mini contrapposti a felpe e proporzioni oversize, e, ancora, minimalismo monocromatico alternato a capi riccamente decorati, in un revival degli eccessi anni Novanta.


La designer non teme di alternare mood contrapposti, riuscendo nell’arduo compito di mantenere coerenza e personalita’.
Sperimentazione e revival della moda italiana che ha fatto storia, Isa Arfen e’ un nome che sentiremo spesso.
Perche’ la moda e’ anche gioco.

di Chiara Caputo


Redazione