Un anno senza Loulou de la Falaise

Musa storica di Yves Saint Lauent, modella, designer, indimenticabile icona di stile

di Chiara Caputo

 

Il 5 Novembre sarà passato un anno dalla scomparsa di Loulou de la Falaise. L’ultima grande diva del fashion system, l’ultima vera icona di stile. Blasonata quanto basta per avere un’allure particolare, Christened Louise Vava Lucia Henriette Le Bailly de La Falaise  - questo il suo nome all’anagrafe – è stata un personaggio centrale della moda per oltre mezzo secolo.

Uno stile estremamente moderno ed audace, unito ad un fisico che sembrava uscito da un dipinto pre-raffaellita. Tutto in lei sembrava fatto apposta per crearne un mito.

La sua bellezza non convenzionale, notata da Diana Vreeland, che le contagiò la passione per un capo antico e chic, come il turbante; la sua eleganza, così sofisticata e fuori dagli schemi, amata da Yves Saint Laurent, che la elesse a sua musa spirituale. Un piglio aristocratico e insieme bohémienne, uno stile forte, lontano da quelli che erano allora i canoni vigenti.  Quando il carisma porta successo in qualsiasi campo. Questa, la parabola della sua vita. Da modella e musa di YSL a fashion designer, di moda e gioielli, attività che svolse con altrettanto successo.

Rappresentante emblematica dello stile Rive Gauche, figlia di una modella ed artista anglo-irlandese e di un marchese francese, Loulou vide i natali in quella Swinging London che ritroviamo nel suo look: superba esponente di uno stile bohémienne ed hippie, insieme decadente e provocatorio, dissacrante e raffinato. Sempre, naturalmente chic.

Amante della sua personalità libertina e ironica, rivoluzionaria, open-minded ed innovatrice, e del suo stile così unico, ispirò a monsieur Yves Saint Laurent lo smoking e altri capi storici.

Dal loro primo incontro, avvenuto nel 1968, furono inseparabili: compagni di viaggio e di vita, dai viaggi a Marrakech alle folli serate parigine, un’affinità elettiva che durò tutta una vita.

Ne nacque una collaborazione trentennale, che vide Loulou de la Falaise creatrice di gioielli ed accessori per la maison Saint Laurent, fino al lancio della sua prima collezione e all’apertura dei negozi a Parigi e negli USA.

Una personalità eclettica, incredibilmente moderna, che non sarà mai dimenticata.


Redazione