Talenti DModa. Intervista a Francesca Della Valle

Reduce dalla vittoria dei Talents 2013 dell’Accademia di Costume e Moda di Roma, durante AltaRoma. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Francesca Della Valle.

- Da dove è nata la tua passione per la moda?

Mi è sempre piaciuto creare look diversi e disegnare, ma ho scoperto la mia vera passione per la moda in questi 3 anni di Accademia. E’ stato durante questo periodo, infatti, che ho capito che non potrei fare altro nella vita, se non questo.

- Come mai hai scelto di disegnare una collezione da uomo?

 Ho scelto di creare una collezione da uomo perchè volevo mettermi alla prova e confrontarmi con qualcosa su cui non mi ero mai cimentata. E’ stata un’esperienza che mi ha dato un’immensa soddisfazione e mi ha fatto crescere tanto sia in ambito personale che lavorativo.
- Nella collezione presentata a Talents 2013 è notevole la cura al dettaglio, al particolare, alla ricercatezza dei materiali. Che stile ha o deve avere l’uomo disegnato da Francesca della Valle?
L’uomo di solito usa colori scuri, il nero il grigio e il blu… ecco il mio no! Deve essere un uomo elegante e con gusto si, ma anche fuori dagli schemi.  Osa, indossando colori accesi e sfumati; è attento agli accessori, ai dettagli e ai tagli dei capi come per esempio il collo ben costruito di una giacca o la lavorazione particolare di un tessuto. Insomma, un uomo che sceglie cosa indossare con minuziosa cura!

- Da cosa trai ispirazione per creare le tue collezioni?
 Da tutto quello che mi circonda. Sono le modalità che cambiano, c’è il giorno in cui devo fare tanta ricerca, immagini su immagini di moda, arte, architettura, cibo, natura, musica e creare dei mood. Altri giorni, invece, prendo la matita e disegno e solo dopo aver finito mi rendo conto che mi ero lasciata ispirare inconsciamente da qualcosa che avevo visto o sentito giorni o settimane prima.
- Meglio fare moda in Italia o all’estero per un giovane emergente?
Senza dubbio un giovane designer ha molte più prospettive all’estero purtroppo, e dico purtroppo perchè sarebbe bello che anche da noi ci fossero opportunità lavorative tante quante ce ne sono fuori.
- Qual è il momento fondamentale nella creazione della collezione?
il momento fondamentale per la creazione di una collezione è sicuramente la scelta dei materiali, perchè il disegno prende vita e carattere proprio attraverso i materiali che decidiamo di utilizzare.
- Meglio un proprio brand o lavorare per un grande marchio?
 Il sogno di ogni giovane designer è realizzare un proprio brand, ma credo che questo sia possibile solo dopo tanta esperienza lavorativa in grandi aziende, solo così si può raggiungere quella  maturità professionale che ti consente di creare il tuo brand.
- Se domani ti offrissero la direzione creativa di una Maison, quale sceglieresti?

Ce ne sono tante in cui mi piacerebbe lavorare, ma sceglierei senza dubbio un’ azienda italiana.

 


Redazione