MVP Creations. Tradizione e trasgressione

brac_macro_rosso

Tradizione e trasgressione sono le caratteristiche principali di MVP Creations,nuovo marchio creato da Maria Vittoria Paolillo, ventitreenne designer di gioielli che ama coniugare la tradizione artigiana con un’estetica più giovane; tipiche le linee essenziali e la costante ricerca di nuovi materiali che vedono tuttavia, quale primo protagonista, l’argento nelle diverse lavorazioni.

Le abbiamo rivolto qualche domanda

Come è nata MVP?

MVP muove dall’obiettivo di offrire al mercato l’espressione di una gioielleria accessibile ai più, mantenendo le prerogative e l’allure di un prodotto artigianale, elegante e prezioso, ma al tempo stesso nuovo e trasgressivo

Quanto ha influito in questa scelta la tua tradizione familiare?

Moltissimo. Sono cresciuta tra le pietre preziose. Fin da piccola ne sono stata affascinata: le toccavo e le osservavo da vicino,poi è stato grazie a mio nonno che mi sono appassionata a questo mondo ed ho deciso che questa sarebbe stata la mia strada.

A cosa ti ispiri per le tue collezioni?

Sono molto curiosa, vengo attratta da tutto ciò che mi circonda,amo la moda,la fotografia e adoro viaggiare; prendo spunto dal quotidiano,da ciò che istintivamente mi seduce, e poi studio per far sì che le stesse cose possano trasformarsi in gioielli, con una particolare cura per i dettagli.

Se dovessi descrivere in due parole il tuo stile?

Ricercatezza ed essenzialità

Croce e stella sono due simboli ricorrenti, come mai?

Sono simboli ricorrenti nell’immaginario collettivo,sempre utilizzati in maniera eclettica e trasversale, che ho voluto reinterpretare in modo più personalizzato, con un tocco di eleganza e di leggerezza, come ad es. nella versione smaltata.

Progetti futuri?

Farmi conoscere a livello internazionale come prodotto Made in Italy.

Un aneddoto divertente di una tua collezione?

Ero in una bakery a New York e come spesso accade,decido di ordinare più dolci possibili del menù, per poterli assaggiare tutti: una mia debolezza.

Davanti agli occhi increduli delle mie amiche ho ammesso: “è il mio vizio capitale”. Divertite dall’espressione ognuna delle mie amiche ha confessato il suo, così è nata l’idea di crearci dei gioielli. In fondo, ciascuno ha un “vizio” dominante.

E, invece, qualche anticipazione?

Posso anticipare quella che è l’ultima fonte di ispirazione: il mondo delle favole.

Allegra Bortone


Redazione