London Fashion Week. Barbara Casasola, J. W. Anderson, Peter Pilotto e Antonio Berardi. Tra street-style e neo-bon ton

Barbara-Casasola-lfw-ss-2014

Neo bon ton per Barbara Casasola, designer italo-brasiliana – tra i finalisti della scorsa edizione di WION – che dopo Parigi ha scelto la London Fashion Week per presentare la collezione Spring-Summer 2014. In passerella sfila una donna avvolta in tubini e completi dalle linee scultoree e rigorose, resi sensuali da inserti in chiffon di seta, fil rouge dell’intera collezione.

 jw-anderson-london-fashion-week-ss-2014

È un elogio all’estetica nipponica la collezione Spring-Summer di J. W. Anderson: la silhouette è scolpita da giochi di pieghe e motivi a rilievo che campeggiano su gonne al polpaccio e top dai tagli robotici, mentre nylon e tulle conferiscono leggerezza ai long dress e ai completi dai volumi baloon nelle tenui nuance del bianco e dell’azzurro polvere.

 antonio-berardi-ss-2014-london-fashion-week

Urban chic la donna portata in passerella da Antonio Berardi. Lo stilista italo-inglese mescola elementi tipici dello street-syle e dettagli couture, concetrando l’attenzione su volumi e textures: le tute in satin dalle linee fluide sono arricchite da elaborati ricami, mentre inserti patchwork e maniche oversize caratterizzano le felpe e i minidress destrutturati.

 peter-pilotto-ss-2014-london-fashion-week

Sperimentale e romantica la collezione firmata da Peter Pilotto e Christopher De Vos . Traendo ispirazione dalle suggestive e originali sculture di Kenneth Price, i due designer puntano su uno stile femminile e fresco in cui i tessuti – trattati come vere e proprie tele – rendono la silhouette corposa e ben definita. Le complesse lavorazioni (stampe digitali, pizzo e satin gommati, tweed lavorato a intarsio) esaltano la palette cromatica che spazia dalle delicate sfumature del menta e del lilla alle tonalità accese del carminio, dell’arancio e del blu elettrico.

Marilina Curci


Redazione