Parigi Fashion Week. Il tribalismo moderno di Celine

Celine

Ben lontana dalla collezione romantica che Phoebe Philo aveva presentato in passerella la scorsa stagione, la primavera estate 2014 di Céline propone qualcosa di totalmente nuovo rispetto al minimalismo cui eravamo abituati.

Celine

L’ispirazione nasce dai graffiti tribali di Brassaï, pseudonimo del fotografo franco-ungherese Gyula Halasz che negli anni ’30 cominciò ad interessarsi ai murales tatuati sui muri parigini. Il risultato è un tribalismo moderno esaltato dai colori selvaggi dei graffiti e da accessori ad effetto come le borse sfrangiate e i tacchi a scultura delle scarpe che si trasformano in mirabolanti opere d’arte.

di Mara Franzese


Redazione DModa