Giro di Poltrone in casa MOSCHINO. Arriva JEREMY SCOTT

jeremy-scott- moschinoRossella Jardini lascia Moschino. E’ arrivata il 28 ottobre la notizia come un fulmine a ciel sereno. Ciò nonostante qualcosa era già nell’aria a partire da quella grande festa che, il 22 settembre, celebrava i primi 30 anni della maison. La stilista che è stata alla guida di Moschino per quasi 20 anni, dalla morte di Franco Moschino nel 1994, ha chiuso il suo ciclo portando in passerella i capi che hanno fatto la storia della griffe in una sfilata che profumava già di cambiamento. La direzione creativa, ora, è stata affidata al designer americano Jeremy Scott, ad oggi, probabilmente, il più vicino allo stilista italiano. «Una scelta compiuta nel pieno rispetto del Dna del brand, – recita il comunicato –  poiché Jeremy Scott rappresenta non solo un comunicatore eclettico ed estremamente contemporaneo ma sopratutto un designer in grado di reinterpretare l’identità e l’essenza di Moschino». Il comunicato si chiude con i ringraziamenti a Rossella Jardini che «rimarrà sempre un’importante figura di riferimento». Il debutto del trentanovenne di Los Angeles è fissato per il prossimo febbraio, durante la fashion week milanese, con la collezione donna autunno inverno 2014/2015.

Mara Franzese


Redazione