Milano Fashion Week| Arthur Arbesser autunno inverno 2014 2015

1800454_611065532280528_579451662_n

Dopo aver portato in passerella la collezione autunno inverno 2014 2015 nell’edizione di gennaio di AltaRoma, Arthur Arbesser decide di presentarla anche alla capitale della moda in occasione della fashion week milanese. Il giovane designer ci racconta come a Roma la sfilata, dall’approccio molto più street, sia stata una scarica di adrenalina, e del suo intento, invece, di ricreare a Milano un qualcosa di più sofisticato con richiami a quell’architettura e a quel design che tanto piacciono alla città.

1782079_611065385613876_173424410_nE così, in un dialogo tra gli abiti e le opere d’arte, prende vita una presentazione fuori dal comune, nella casa privata dell’amico e architetto, Luca Cipelletti: uno spazio intimo per facilitare l’immedesimazione e la relazione. Come in un museo, i capi ci suggeriscono richiami cromatici con l’ambiente circostante. Tutto è studiato nel dettaglio.

1958070_611065602280521_441247089_n

I pezzi del design italiano degli anni 40 e 50 – dai prototipi di Ico Parisi alle sedute di Gio Ponti e Franco Albini – insieme a opere d’arte come il Wall Drawing Trapeziums, realizzato di recente dall’artista inglese David Tremlett, definiscono gli spazi che si aprono in finestroni che lasciano intravedere da una stanza all’altra gli abiti esposti in lontananza, creando prospettive suggestive e scenografiche.

1780879_611065365613878_1526242633_n

Cornici perfette che raccontano una conversazione tra la collezione e gli oggetti, ripercorrendo il tema britannico dei Conversation Piece. Anche i grafismi e le geometrie dei capi, in qualche modo, rimandano all’architettura anni ’80 a cui Arthur si sente particolarmente legato. Il risultato è di un’estetica totalizzante in cui moda e design convivono e insieme veicolano l’idea di una moda androgina, leggera e trasparente, che evoca le subculture della Londra in cui il designer viennese ha studiato e la unisce alla cultura progettuale dei Maestri del design italiano in un connubio che non può non risultare vincente.

see the full gallery on Facebook

Mara Franzese


Redazione DModa