Milano Fashion Week 2014 | Day 1

Angelo Marani

A scendere in passerella nella prima giornata di fashion week milanese Angelo Marani con la sua collezione autunno inverno 2014 2015. S’ispira all’arte il designer in un mixage di contaminazioni che arrivano dall’Impressionismo francese e dal Secessionismo viennese, dal Liberty anglo-americano e dal Deco e Jugendstil tedesco. Gli overcoat matelassé guardano a Klimt e ai suoi celebri ori, i kimono dalle maniche svolazzanti in chiffon sembrano vedute dipinte en plein air. I coat-abiti dalle linee pulite ed essenziali vengono arricchiti da tasselli e zip in un gioco di ingegnose strutture che rendono i capi versatili e trasformabili. Protagonista assoluto della collezione, un visone con 220 intarsi, la Twenty Century Fur.

Byblos-fw-14-15-sfilata

E’ una cyborg queen la donna Byblos. Futuristica, eterea e siderale, indossa, però, bustier e crinoline dal sapore vittoriano. Bianco, nero e rosso sangue sono i colori prediletti dal direttore creativo Manuel Facchini per la prossima stagione invernale. Gli abiti in seta sono impreziositi da inserti in pelle, le camicie leggere di chiffon hanno le maniche ampie, la felpa è in neoprene ed è decorata da stampe dal gusto rock.

Gucci-fall-winter-14-15-immagine-sfilata

Dà un taglio al passato Frida Giannini e riparte dal ricco heritage della maison Gucci portando in passerella una collezione che racchiude in sé tutto il DNA del brand. Abiti presi in prestito dal guardaroba maschile si caratterizzano per le linee asciutte e rigorose e per i tagli sartoriali che rendono la collezione preziosa, ma senza ostentare. La sera s’illumina di cristalli dipinti a mano che brillano su miniabiti in pelle. Il morsetto viene stilizzato e gli stivali si declinano in pitone colorato.

Frankie-Morello-autunno-inverno-2014-15

Frankie Morello presenta l’età dell’inquietudine richiamando l’atmosfera del film di Sofia Coppola “The virgin suicides” e presenta una collezione ricca di contrasti. Il bianco e il nero, la sensualità e l’innocenza, la trasparenza e l’opacità s’incontrano in un autunno inverno che gioca di sovrapposizioni di stampe e di texture. Le calzature maschili esaltano la femminilità delle sottogonne di chiffon.

Alberta-Ferretti-a-i-14-15-sfilata

Sfilano le creature di un bosco incantato da Alberta Ferretti che veste le modelle dei colori della terra, dal verde militare ai marroni declinati in ogni variante. In un tripudio di organze, pizzi e piume prendono vita stampe di boschi popolati da uccelli su abiti che si rifanno al mondo della natura.

N21-alessandro-dell-acqua-fall-winter-2014-15-sfilata

Alessandro dell’Acqua per N21 coniuga il maschile e il femminile in una collezione in cui prevale il tomboy style ma con accorgimenti romantici e iperfemminili. E così il maglione a costa inglese si abbina amabilmente alla gonna trasparente in chiffon, la polo minimale si fa abito e si colora di fantasie iridescenti, il Beatle boots viene impreziosito dai maxi jais total black. Il risultato è un collage di capi intercambiabili che possono declinarsi in una miriade di look differenti.

Fausto-Puglisi-fw-14-15

Fausto Puglisi rivisita la statua della libertà e ce la propone in versione pop su stampe dalle geometrie irregolari che colorano felpe, tshirt e giacche con inserti in pelle. Le gambe si scoprono esaltando tutta la sensualità di una donna rock chic che indossa gonne corte in diverse varianti, a corolla o scolpite come quella delle ballerine.

Francesco-Scognamiglio-autunno-inverno-2014-15

A chiudere il primo giorno di moda a Milano Francesco Scognamiglio che fa sfilare colori vitaminici su jumpsuit e abiti fluidi ricchi di dettagli artigianali come pizzi e trasparenze. Lo stilista propone una donna seducente e misteriosa, eterea e dannata, dall’allure dark. La palette cromatica si gioca sul bianco, sul nero e sul grigio con applicazioni dall’accento barocco con sprazzi di rosso e arancione.

Mara Franzese


Redazione DModa