Milano Fashion Week 2014 | Day 5

Marni

Less is more. Questo sembra essere il motto di Consuelo Castiglioni che per il prossimo autunno inverno 2014 2015 di Marni lavora sugli elementi dell’estetica riducendoli alla mera essenzialità. L’intera collezione ruota attorno alle stampe di Magnus Plessen, maestro di quella corrente di artisti contemporanei che proprio della sottrazione han fatto il loro punto di forza. Completi minimal aprono in maniera quasi sussurrata la sfilata che si chiude, poi, con un tributo all’artigianalità,  tra pellicce preziose e gonne ricamate con piume multicolor.

John Richmond

Dal sincretismo tra moda e arte, musica e cinema nasce la collezione autunno inverno di John Richmond. Il designer porta in passerella una donna strong e sicura di sé che s’ispira a Nico, attrice de La Dolce Vita di felliniana memoria e musa di Andy Warhol. Gli anni 60 incontrano gli anni della nascita della musica new wave, gli 80, tra mood punk e rock, modernizzati dallo stilista e resi iper femminili con le maxi spalline e gli stivali in vernice al ginocchio. Gioca con i colori Richmond e presenta un inverno tinto di nuance dal gusto pop. Per le uscite notturne, invece, il must have è il teschio che il designer fotografa e stampa su abiti neri, tra ricami in perle, cristalli e applicazioni dorate interamente decorati a mano.

Dolce & Gabbana

Un universo fatato fatto di principesse e ranocchi da baciare va in scena sulla passerella di Dolce & Gabbana per il prossimo inverno. Tra cigni, scoiattoli e motivi floreali, gli abiti dei due designer siciliani hanno le sagome di panno che prendono le forme delle creature delle favole. Sembra sfilare una moderna cappuccetto rosso che si veste di cappotti rigorosamente con cappuccio . Ma ci sono anche abiti stampati con misteriose chiavi di scrigni. Non mancano, infine, pizzi, nero e quella femminilità tutta siciliana tanto cara al duo di stilisti.

Marco De Vincenzo

È uno dei designer emergenti più promettenti Marco De Vincenzo e anche stavolta la sua collezione non delude le aspettative. Le linee restano pulite e semplici, fedeli al dna essenziale dello stilista, ma impreziosite da un decorativismo grafico e materico d’impatto. Grande l’uso di onde ricamate e tessuti lucidi per l’autunno inverno 2014 2015 tra dettagli scintillanti e un’inedita versione della pelliccia a maxi pois.

MSGM

Gioca con tessuti e fantasie Msgm in un tripudio di colori e ispirazioni. Massimo Giorgetti, al suo secondo defilé nel calendario ufficiale di Milano Moda Donna, mantiene la formula del successo del brand che tanto piace ai giovani e porta in passerella total look con stampe astratte, capispalla oversize, tanta pelliccia e naturalmente l’iconica felpa accostata a gonne di pizzo o di vernice a contrasto. Il designer si diverte a lavorare con le texture e le superfici e passa agevolmente dalla pelle al tulle all’organza, dai broccati al laminato metallico che accosta, a sorpresa, a fantasie floreali, spezzando il romanticismo intrinseco della stampa. Macro fotografie di volti in bianco e nero vengono perfettamente mixati su differenti tessuti come il velluto, il principe di Galles, il tartan e la seta per una collezione fresca e vivace.

Philipp Plein

Chiude la quinta giornata di Milano Moda Donna Philipp Plein con un mega show. Le luci si accendono sul palco e illuminano una Chevrolet El Camino da cui scende la pop star e attrice inglese Rita Ora che, vestita di borchie e cappello da cowboy, esegue una performance adrenalinica. Ad aprire la passerella, poi, una super top, Naomi Campbell che, sul gran finale, in cui prende fuoco la mitica El Camino, rientra in passerella con Irina Shayk. La collezione è un omaggio alla terra texana e alla sua cultura. “L’America nel 2014 sarà la mia nuova terra di conquista” ha affermato il designer che ha fatto sfilare tessuti preziosi e pellami ricercati come il pitone spazzolato a mano con lamine d´oro. E poi jeans strappati e giacche e pantaloni di pelle impreziositi da borchie e frange in perfetto stile texano.

Mara Franzese


Redazione DModa