Milano Fashion Week 2014 | Day 6

DSquared2

Prendono spunto da un celebre editoriale apparso su Vogue Italia, firmato Steven Meisel, Dean e Dan per la collezione Dsquared2 portata in passerella nell’ultima giornata di sfilate a Milano. Ed ecco che i due stilisti ci catapultano nella surreale atmosfera di una casa di cura di lusso dove le donne, accompagnate da infermiere di bianco vestite, vivono una crisi esistenziale ma indossano piume, strass e pellicce maculate. Gli abiti ricordano gli anni sessanta e sono corti. Cortissimi. Le protagoniste sono dive d’altri tempi che non si separano mai dagli occhiali scuri e dai vistosi gioielli.

Giorgio Armani

È una moda classica ma non per questo antica quella portata in passerella da Giorgio Armani per la prossima stagione fredda. Una moda sobria, seria, portabile. Re Giorgio rilegge i suoi capi iconici, rinnovandoli nelle proporzioni, nei colori e nei dettagli. La giacca, must di Armani, viene arrotondata e scopre nuove silhouette. I pantaloni diventano asciutti e si fermano alla caviglia, mentre i bermuda si allungano e si trasformano in sofisticate gonne-pantalone. Protagonista di tutta la collezione è la flanella, tessuto duttile che, tramite trattamenti speciali, diventa prezioso come la seta e impalpabile come il tulle. La palette cromatica si gioca sui toni essenziali del grigio e del nero con sprazzi di verde lime.

Stella Jean

Anche Stella Jean fa parte del ricco calendario di passerelle proposto dalla Camera della Moda e sfila nell’ultima giornata con l’autunno inverno 2014 2015. La designer italo-haitiana ripropone ancora una volta le sue ormai iconiche stampe africane arcobaleno e le mixa, stavolta, a riferimenti di Paesi lontani come il Giappone a cui le giacche kimono strizzate in vita da cinture obi e le stampe orientali con pesci e galli guardano. Maglie fantasia vengono accostate alle righe e alle ampie gonne a vita alta in una collezione che, tra tessuti classici maschili e una sartorialità tutta italiana, fa del colore il proprio punto di forza.

Mara Franzese


Redazione DModa