“The Glamour of Italian Fashion 1945-2014″ a Londra per celebrare 70 anni di Made in Italy

The Glamour of Italian Fashion 1945-2014

Ha preso finalmente il via, il 5 aprile, l’attesissima mostra “The Glamour of Italian Fashion 1945-2014″ che rimarrà on view, al Victoria and Albert Museum di Londra, fino al 27 luglio, tutti i giorni dalle ore 10 alle 17.30. Una celebrazione della bellezza del Made in Italy attraverso quasi 70 anni di storia, in un mix di tradizione, creatività e maestria sartoriale.

Tra abiti, stoffe, disegni, bozzetti, materiali di alta qualità, interviste a stilisti e contenuti inediti The Glamour of Italian Fashion permette di assaporare quell’eleganza tutta italiana che dal dopoguerra in poi ha conquistato il mondo. A partire da quel Giovanni Battista Giorgini, ideatore delle passerelle nella Sala Bianca di Palazzo Pitti che, per primo, ha attirato in Italia i buyers internazionali. Tante le case di moda nate in quel periodo da Simonetta a Emilio Schuberth, da Emilio Pucci alle Sorelle Fontana, di cui è possibile ammirare il vestito indossato da Ava Gardner proprio negli anni in cui tanti abiti sono divenuti celebri grazie ai film girati negli studi di Cinecittà. Parliamo degli anni ’50 e ’60 in cui, invece, Elizabeth Taylor indossava i gioielli della Maison Bulgari, partner della mostra.

Sala-Bianca-1955-Giorgini-Archive_1000px

Attraversando, poi, gli anni in cui divenne Milano la nuova capitale della moda italiana, gli ’80, si potranno ammirare i capi di Giorgio Armani, Fendi, Gianfranco Ferré, Gucci, Missoni, Prada, Versace e Dolce & Gabbana, per arrivare ai giorni nostri con le creazioni del duo creativo Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli alle redini della maison Valentino, quelle di Giambattista Valli, Fausto Puglisi e Stella Jean.

Non solo passato, dunque, ma anche uno sguardo rivolto al futuro, a quel futuro cui guardano Franca Sozzani, Angela Missoni e Jacopo Etro, protagonisti di una serie di video interviste realizzate per la mostra, tutti d’accordo nel dire che la moda italiana ha bisogno di innovazione, perché non si può vivere di sola rendita e tradizione. C’è bisogno dell’impegno di tutti, dagli esperti del settore al governo italiano. E proprio in rappresentanza di quest’ultimo, durante il gala d’inaugurazione, tenutosi il primo aprile, ha partecipato il Primo Ministro Matteo Renzi. Tanti i nomi illustri del panorama della moda internazionale, poi, presenti all’evento d’apertura di The Glamour of Italian Fashion, come la direttrice di Vogue Italia, Franca Sozzani, gli stilisti Dolce e Gabbana, Tom Ford, Naomi Campbell, Eva Herzigova e Valentino Garavani.

Mara Franzese


Redazione DModa