Federica Berardelli e le sue borse gioiello: intervista alla designer

image_00006

Un brand giovanissimo quello creato da Federica Berardelli, designer romana di accessori e borse, da poco entrato all’interno del fashion system. Le sue creazioni sono pezzi unici, curati in ogni dettaglio durante tutte le fasi di produzione, completamente Made in Italy e dai materiali altamente pregiati: pelle, pitone, lino e raso tecnico vengono impreziositi, inoltre, da gioielli che rendono il tutto un mix elegante, accattivante ed esclusivo. Ogni modello ha una propria personalità, un’anima che rispecchia la donna forte, intraprendente e fuori da ogni schema, immaginata da Federica Berardelli. Ed è proprio per questo che piace.IMG_9546 copia

Per la primavera/estate 2014 la designer ci propone borse vibranti, dalle nuance vivaci, romantiche ma decise, decorate con gioielli dalla forma oculare. Uno stile semplice, classico retrò che si contrappone a quello street della capsule collection in edizione limitata: 15 pezzi, 15 piccole opere d’arte in cui la “tela” è realizzata a mano dalla pittrice Simona Bonetti.
Abbiamo intervistato Federica Berardelli e leggete che cosa ha raccontato a DModa.

Com’è nata questa tua grande passione per la moda e la decisione di creare un tuo brand?

Da sempre amo la moda. Fin da piccola vestivo solo pezzi unici e particolari con una personalità forte e rock. Sono riuscita a disegnare una piccola linea di gioielli in argento e pietre dure e, tutt’ora, mi disegno i gioielli che indosso. Sono una mia grande passione e cerco quindi di introdurli in tutte le mie collezioni. Da questo amore mi sono affiancata ad una designer di borse e scarpe, seguendo l’aspetto commerciale per poi creare, infine, il mio brand.

IMG_9593 copia

Hai iniziato, quindi, disegnando gioielli per poi dedicarti, soprattutto, alle borse. Perché questo cambiamento?

Le borse sono per me lo specchio del carattere e della personalità della donna: dal tipo di borsa si capisce subito con che tipo di femminilità si è in contatto.

IMG_9605 copia

 

Da cosa trai ispirazione maggiormente?

Mi ispirano i viaggi, le persone, le grandi metropoli frenetiche, ma anche il mare. L’arte in tutte le sue forme, sia pittura che arte di strada, è sempre presente nelle mie collezioni. Nasco da una famiglia di pittori e scultori, quindi sono cresciuta amando grandi artisti: De Chirico, Pollock, Jasper Jones, Kandinsky, fino a Banksy, genio contemporaneo. La notte è il mio habitat naturale, l’oscuro, il noir e i sogni mi ispirano e mi portano a creare modelli che si distinguono per la loro personalità.

 

IMG_9913 IMG_9914

A quale tipo di donna fai riferimento quando crei le tue borse?

Amo la donna forte e indipendente, che non deve chiedere nulla a nessuno e vive nel presente. Spavalda, arrogante e sicura di sé. Una donna che non ha paura di essere giudicata e affronta di petto la vita.

IMG_9916

IMG_9917

 

Come ci descriveresti la tua collezione SS14?

La SS14 è la mia realizzazione più rock e forte: la street art dipinta su borse come tele, gli occhi che da sempre animano i miei sogni trasformati in preziosi gioielli che ho applicato su una borsa romantica, ma con colori vivaci. Ogni occhio è studiato in ogni singolo pellame che applico e devono scioccare, colpire sempre con gusto ed eleganza.

IMG_9918

Erika Molinari


Redazione DModa