Vivetta autunno-inverno 2014: giochiamo con le bambole?

vivetta-fall-winter-2014-15-collection

Un mondo fatto di sensualità e romanticismo, sporcato di ironia. La Rag Doll di Vivetta Ponti, giovane designer milanese creatrice nel 2009 del brand Vivetta, è la protagonista indiscussa della collezione autunno-inverno 2014-15. L’ispirazione arriva da un’altra epoca, da altre storie e da altri vissuti: il magico universo delle bambole Lenci, azienda torinese fondata nei primi anni del Novecento da Enrico Savini, viene stravolto, ridefinendone volumi e forme, contaminandolo di un gusto sixties e accessoriandolo con un tocco di surrealiasmo.

vivetta-fall-winter-14-15-lookbook-2

 “Ludus est nobis constanter industria”, il gioco è la nostra più costante attività: questo era il motto dell’azienda di Savini. E del gioco Vivetta si fa portavoce, creando nuove decorazioni e nuovi ricami. Un gioco di tagli che diventa passepartout e si concretizza in abiti dal gusto vagamente anni Settanta. Elementi macro compaiono su giacche e cappotti, nelle stampe a pois e moiré, che reinterpretano le antiche tappezzerie di inizio Novecento.

Le linee sono fluide e versatili, sempre confortevoli, e corrono lungo la silhouette, scoprendo e coprendo le gambe, esaltando come mai la femminilità. Suggestioni botaniche raccontano di ricami ispirati alle farfalle, impressi sui collari, ambasciatori del più autentico made in Italy.

vivetta-fall-winter-14-15

La sperimentazione materica si gioca sul terreno del contrasto: l’innovazione del broccato francese stretch o del popeline di cotone per camicie e abiti, si innesta con la tradizione, intrecciandosi col neoprene. La palette cromatica concretizza il mood della collezione: nero, blu, celeste, arancio, rosa e bianco.

vivetta-2014-15-shoes

Completa il look una gamma di accessori che riassume l’entusiasmo dell’intera collezione: calzature arricchite da decorazioni e fiocchi, mocassini d’argento e pumps bicolore trasparenti in bianco e nero parlano la lingua di questa donna che contagia con la sua gioia di vivere. Una donna che sperimenta, anche e soprattutto nel look. Un’idea dinamica ed estremamente contemporanea di eleganza.

Andrea Pesaola


Redazione DModa