Nasce “Prada Technical Academy”: previste 1500 assunzioni entro il 2016

Prada

In un tempo in cui è sempre più difficile per i giovani immettersi nel mondo del lavoro, in un’epoca in cui sembrano essersi perse le tradizioni artigiane, c’è chi vuole puntare proprio sui giovanissimi mossi dall’entusiasmo verso il “saper fare”, ripartendo da quella manualità che ha fatto la storia del Made in Italy. Quel qualcuno è Prada che annuncia l’assunzione di 1.500 figure lavorative entro il 2016. Si tratta di un nuovo progetto di investimento nella formazione di ragazzi di età compresa tra i 16 e i 21 anni.

“Prada Technical Academy”, questo il nome dell’ambizioso progetto di Patrizio Bertelli, patron del marchio, che ha in mente una vera e propria accademia formativa che aprirà nel 2015 in Toscana. Una scuola in Valdarno dove 60 studenti potranno imparare a usare le mani specializzandosi nella produzione di manufatti. I maestri della Prada Academy saranno gli ex dipendenti pensionati del gruppo che insegneranno ai ragazzi le arti manuali dell’artigianato italiano, trasmettendo loro i segreti del mestiere, per favorire il ricambio generazionale.

L’obiettivo di Bertelli, ceo e co-fondatore del marchio, e della moglie e amministratore delegato, Miuccia Prada, è quello di formare ragazzi da inserire nelle proprie fabbriche, creando un bacino di giovani tecnici che garantisca un ricambio di conoscenze specialistiche nel settore manifatturiero del lusso e che costituisca un riferimento specifico e costante per lo sviluppo del know-how in ambito pelletteria, calzature e abbigliamento. «Entro il 2016 il saldo positivo di nuovi ingressi in Italia sarà di 1.500 persone – ha spiegato Patrizio Bertelli – Il 60% dei nuovi assunti italiani sarà nell’industria e nel corporate mentre nel mondo la maggioranza sarà nel retail».

Mara Franzese


Redazione DModa