ALTAROMA ALTAMODA | Arte, moda e spettacolo per Victim of Beauty

LAURA FROIO1

Victim of Beauty è l’evento organizzato dalla modella e attrice Maria Sophia Palmieri e dalla collega Eleonora Eutizi, inserito nel calendario collaterale della XXV edizione di AltaRoma AltaModa. Il Lanificio, celebre centro di creazione, esposizione e fruizione delle arti contemporanee, ha così ospitato lo scorso 12 luglio un connubio tra arte, moda e spettacolo, grazie all’intervento di ballerini, designer e artisti circensi emergenti e non, come nella migliore tradizione della kermesse capitolina.

Marco Földes ha aperto la sfilata con la sua linea Hopper, caratterizzata da purezza delle linee, rifiniture artigianali e attenzione quasi maniacale per il fit perfetto. Giuseppe Iaciofano, invece, ha creato delle vere e proprie opere d’arte sui corpi femminili, con una giusta simbiosi tra arte, moda e contemporaneità. Pezzi unici irripetibili, eseguiti con tecniche originali: carta, stoffa, materiali poveri e riciclati. Tutt’altra storia per Silvia Nobili, stilista emergente di 23 anni,che punta ad una donna femminile ed elegante, presentando una collezione che ruota attorno a tre colori: il bianco, il nero ed il senape. Stessa età ma approccio completamente diverso per Adriana Roccaforte che, ispirandosi alla natura, ha applicato sulle sue creazioni foglie,fiori e stampe floreali. Spazio anche alle “spose” con Alessandra Ferrari e la sua couture.

A chiudere l’evento Laura Froio con i suoi abiti arricchiti di pizzi francesi e cristalli Swarovsky, gia noti per aver sfilato su importanti passerelle italiane e internazionali.

Martina Briotti


Redazione DModa