New York Fashion Week 2014 | Dal rigore zen agli hippie anni 70

the-row-

Sofisticata pulizia, garbata essenzialità, purezza monastica. La primavera estate 2015 portata in passerella nella quinta giornata di Mercedes Benz Fashion Week da The Row, il brand delle gemelle bionde del grande schermo, è raffinata e aggraziata, senza fronzoli. Principesse d’altri tempi, regine medievali sfilano in una rarefatta quiete, lontana dal caos metropolitano che ci circonda. Tra caftani e tuniche fluide, giacche-camicie in poplin croccante chiuse da fusciacche e gonne gonfie e arricciate, Mary-Kate e Ashley Olsen impostano la collezione sulla linea impero e sulla forma a trapezio.

Tommy Hilfiger

Tommy Hilfiger trae ispirazione dal musical Sgt. Pepper Lonely Hearts Club, passando per il Glastonbury o il Coachella, e porta in passerella capi in cui convivono chiffon e borchie. Il risultato? Una collezione, un po’ rock, un po’ hippie, che strizza l’occhio agli anni ’60 e ’70.

3.1 Philip Lim

S’ispira all’intimità della camera da letto, invece, 3.1 Phillip Lim che, per la prossima stagione calda, presenta capi dalla palette morbida con tessuti rubati a coprimaterassi e trapunte. Mood sportivo e abbinamenti effetto pigiama, dunque, che non intaccano la sensualità della donna che li indossa.

donna-karan

Donna Karan guarda alle estati chic negli Hamptons e fa sfilare capi realizzati sartorialmente, coniugando linee classiche e fantasie moderne. Gli abiti sono lunghi con spacchi e scollature, le gonne, ampie e a ruota, arrivano sotto al ginocchio. E i cappelli? Rigorosamente eccentrici e fuori dalle righe.

Mara Franzese


Redazione DModa