Giro di poltrone in casa Gucci: spuntano i primi nomi

Frida Giannini

Era già nell’aria da tempo, anche se Kering, gruppo del lusso proprietario di Gucci, finora aveva sempre negato le voci. Pochi giorni fa, la conferma: Frida Giannini, direttore creativo dello storico marchio dal 2006, e Patrizio Di Marco, compagno della stilista e Amministratore Delegato dal 2009, lasciano il brand fiorentino.

Da diverse stagioni, le voci di un possibile abbandono della coppia d’oro italiana si rincorrevano. Negli ultimi mesi, Kering aveva divulgato i bilanci del gruppo, da cui era emersa una progressiva flessione nelle entrate del marchio: meno 1,9 per cento. Da qui, la decisione da parte della famiglia Pinault di rinnovare. A prendere il posto di Di Marco, dal primo gennaio 2015, sarà Marco Bizzarri, già AD di Bottega Veneta e ora a capo della divisione lusso e pelletteria dell’intero gruppo. Ma chi raccoglierà invece il testimone della designer dopo la sua ultima sfilata donna autunno inverno in programma a Milano a fine febbraio? Secondo alcuni rumors, il sostituto potrebbe essere Riccardo Tisci, ma anche Maria Grazia Chiuri.

Nelle ultime ore infatti nel quartier generale di Gucci circola il nome della stilista che ha contribuito a rilanciare il marchio Valentino insieme a Pier Paolo Piccioli. Sembrerebbe che la sintonia tra i due stilisti stia venendo meno all’interno dell’ufficio stile della maison romana e questo potrebbe facilitare il trasloco della stilista presso la griffe della doppia G. In pole position resta comunque il creativo di Cantù, Tisci, pronto a lasciare Givenchy per prendere le redini della maison finora guidata dalla stilista 42enne romana.

Mara Franzese


Redazione DModa