PITTI UOMO 87 | LA CONTEMPORANEITA’ ORIENTALE DI ANDREA INCONTRI

andrea incontri

Versatile e funzionale, classica e al contempo moderna, la nuova collezione fall winter 2015-16 di Andrea Incontri ci racconta un’eleganza contemporanea che si coniuga alla tradizionale sartorialità del Made in Italy. Designer Project di Pitti Uomo 87, il giovane stilista è tornato, dopo quasi cinque anni dalla sua consacrazione a Who Is On Next, nella città toscana con un progetto speciale per presentare la propria linea di prêt à porter dedicata al menswear.

Il fashion show è andato in scena nella suggestiva cornice di Palazzo Corsini, emblema della storia e della cultura di Firenze. Ad accompagnare la passerella le note electropop del duo femminile I’m Not a Blonde, composto da Chiara “Oakland” Castello e Camilla Matlety che si sono esibite in una performance live.

Sul catwalk un ready to wear studiato nel dettaglio. Essenzialità delle forme e ricerca materica, che da sempre sono la cifra stilistica del designer, si mixano a moderni tagli geometrici e a un mood dal sapore orientale. Volge lo sguardo all’Asia, crocevia di popoli e stratificazioni culturali, infatti, Andrea Incontri e fa sfilare un uomo cosmopolita che guarda al futuro senza però dimenticare il passato e le sue origini.

Tanti cloni incedono sulla passerella, vestiti con pantaloni ghetta, mantelle che cadono come kimoni, bomber in nylon tecnico e loden e capispalla dalle linee semplici e dritte.

Ai piedi hanno sneakers o polacchini e in mano maxi bag, clutch o zaini da portare anche a spalla. Lo stilista, infatti, pone l’accento sugli accessori che si trasformano in veri protagonisti dell’autunno inverno 2015|2016.

Nuance fredde come il grigio, il blu o il nero pelle e tonalità polverose come il sabbia, il beige o il verde militare definiscono una palette cromatica tipicamente invernale.

Mara Franzese


Redazione DModa