#Talents Trend | L’esotico oriente di Chiara Baschieri

4mRbacO49qUQj3jbvoSOads6t3bICgYGidloRVFxNa8,yQlJqZCN5gPLelPhomBPz73KyLkilURqoP4V3F9p_hw

I delicati alberi di ciliegio e i meticolosi giardini zen sono la cornice di una rigorosa riflessione sulle forme tradizionali del Giappone, filo conduttore della Collezione Fall Winter 2015-2016 di Chiara Baschieri.

4xxnR4eNJ7Tc0twTwFPt5H7RYWo3pTorhkhI7fxbz7M,58M9V2_3b9YApqmOKPhijJkQQcA6O4ESoSJyvXycuw4

Le maniche a campana dall’effetto kimono dialogano con cappe e pantaloni dalle linee over, mentre coat oro in neoprene spalmato e lane cardate danno carattere alla leggerezza delle bluse in crepe de chine. Sperimentalismo materico e tradizione sartoriale nobilitano materiali poveri come la rafia, restituendone un allure sofisticato, anche laddove audaci tagli creano vertiginose scollature iperfemminili.

9GxYjjCp_-PAP2THEF5x4nWeGMZbEV74hCrLzQRkk58,-cBoZLb_p3nip2fd_kpPr1eeNCK6hrY3ntkpxj6dLKE

La palette cromatica segue le regole della Porcellana di Imari, muovendosi dai toni del bianco, nero e grigio a quelli più accesi del blu elettrico e dell’arancio ossido. Completano il look, poi, le clutch e le cartelle in pelle di vitello e cavallino nei cui dettagli, quasi grezzi e granulosi al tatto, si celano raffinate cesellature geometriche, secondo il naturale approccio allo sperimentalismo artigianale giapponese.

Martina Briotti


Redazione DModa